A Forbes Leader un assaggio di futuro con il direttore dell’innovazione di Vem Sistemi

Share

Mettere insieme le tecnologie per ricavarne qualcosa di innovativo e tagliato sulle esigenze del cliente finale. È quello che tentano di fare i system integrator come Vem Sistemi, azienda con sede principale a Forlì che ha chiuso il 2020 in crescita attestandosi oltre i 60 milioni di euro di fatturato.

Vem è uno dei principali partner italiani del colosso statunitense Cisco, entrambe realtà che hanno supportato attivamente il progetto Forbes Under 30. La realtà romagnola, specialista nei servizi Ict e software, si prepara a sfruttare un momento di mercato favorevole, sull’onda della pioggia d’investimenti in digitalizzazione che molte aziende si apprestano a fare.

Marco Bubani, direttore innovazione Vem Sistemi e ad di Mydev, società di sviluppo software di Vem Sistemi, è stato ospite negli studi di Forbes Leader per parlare degli sviluppi futuri dell’azienda e del contesto di mercato. E anche di alcuni progetti già in pista: “Abbiamo realizzato un software per fare interagire il sistema di sicurezza antincendio con un sistema di telefonia IP, in modo da avvisare le persone dell’azienda di un eventuale incendio”, spiega Bubani, “ma questo è solo un piccolo esempio dei dispositivi che possiamo mettere a punto. Di recente, abbiamo realizzato un coworking innovativo in cui le persone riescono a interagire con l’edificio stesso, ma anche un dispositivo che ci dà la possibilità, attraverso i sistemi di videoconferenza Cisco, di contare le persone all’interno di un ambiente per poter gestire gli assembramenti”.

Ma si è parlato anche di futuro, visto da un direttore dell’innovazione: “Ci sono grandi potenzialità se parliamo di abilitatori digitali che hanno tassi di crescita elevati, anche se sono ancora piccoli in termini di volumi. Tra questi, l’intelligenza artificiale, per me, sarà quello più promettente”.

Di questo e di altri temi si è parlato nell’intervista a Forbes Leader che si può trovare qui di seguito.