Aeffe sale al 100% del capitale di Moschino. Il presidente Massimo Ferretti: “Tappa importante per la nostra crescita”

Massimo Ferretti, presidente esecutivo di Aeffe. Credit: Alberto Zanetti
Share

Nuovi passaggi di capitale scuotono il mondo del lusso. Stavolta tocca ad Aeffe, società quotata al segmento STAR di Borsa Italiana che controlla i marchi Alberta Ferretti, Philosophy di Lorenzo Serafini, Moschino e Pollini, che ha rilevato da Sinv Holding, Sinv Real Estate e Sinv Lab, il 30% delle azioni di Moschino, salendo così al 100% del capitale. L’operazione è parte della strategia di Moschino volta a integrare le collezioni abbigliamento donna all’interno del gruppo Aeffe.

Il corrispettivo per l’acquisizione delle azioni, pari ad 66, 571mila euro, è stato versato per 30 milioni contestualmente al trasferimento delle azioni mentre il residuo di 36.571mila sarà versato ai venditori entro il 30 novembre 2021. “L’operazione appena conclusa era da tempo ritenuta una tappa importante della nostra strategia di crescita di medio-lungo periodo. Avendo così raggiunto il pieno controllo sul marchio Moschino, siamo ora nelle condizioni di poter governare tutte le attività legate alla catena del valore del brand, dal prodotto alla qualità e con positive ricadute sull’immagine, distribuzione e comunicazione”, ha commentato Massimo Ferretti, presidente esecutivo di Aeffe.

Fondata da Franco Moschino nel 1983, la maison di pret-à-porter ha affidato sin dalla sua fondazione la licenza di produzione e distribuzione delle sue collezioni donna e uomo ad Aeffe. In seguito alla prematura scomparsa del fondatore nel 1994, il gruppo fondato da Alberta Ferretti ha stretto il suo legame con la maison nel 1999 rilevando il 70% delle sue azioni.

Con l’arrivo poi nel 2013 del designer americano Jeremy Scott alla direzione creativa, Moschino ha fatto di ironia, divertimento e provocazione il suo linguaggio estetico chiave, oggi particolarmente apprezzato dalle nuove generazioni, specialmente quelle dei mercati asiatici che oggine trainano la crescita.

Nel 2020 la Moschino, società proprietaria del marchio, ha conseguito ricavi per 63,2 milioni  di euro e ha registrato un patrimonio netto a fine esercizio di 109 milioni. Solo il brand Moschino ha generato nell’anno 2020 ricavi per 215,4 milioni mentre, in media, negli ultimi 5 anni le vendite relative al brand sono ammontate a 229,4 milioni di euro.