Come una delle più grandi cantine venete sta reinventando i sapori classici della Valpolicella

Bertani
Share

Articolo tratto dal numero di settembre 2021 di Forbes Italia. Abbonati!

I cru di Bertani vengono prodotti con uve provenienti dalla Tenuta Novare – di cui l’azienda è proprietaria dal 1957 – nei vigneti dedicati interamente alla produzione del Valpolicella. La tenuta, 200 ettari, sta in una verde conca, un  anfiteatro naturale, dove i vigneti si alternano a boschi di faggi, querce, cedri del libano, ulivi. Una terra straordinaria, dove l’acqua è costantemente garantita da sette sorgenti naturali, e i vigneti caratterizzati da esposizioni e suoli diversi: dalle argille del fondovalle a quelli calcareo-gessosi, con breccioline ricche di ferro e basalti di origine vulcanica, ideali per produrre uve da destinare ai grandi rossi.

La caratteristica peculiare di Bertani è nel sapere interpretare al meglio la reale vocazione dei terroir. Vini capaci di raccontare in maniera straordinaria, autentica e riconoscibile la loro provenienza. Valpolicella racconta la natura fresca e sapida che solo questo territorio sa regalare. È un vino di straordinaria piacevolezza ma anche di inaspettata complessità aromatica; abbina infatti ai sentori di ciliegia, fragoline selvatiche e more, distintive note speziate di pepe bianco. Con questo progetto Bertani vuole ridare prestigio e valore allo stile classico che caratterizzava questo vino in origine, attraverso due selezioni, Ognisanti Valpolicella Classico Superiore e Le Miniere Valpolicella Classico. Il primo, ottenuto dal cru storico della Tenuta, prende il nome dalla Chiesetta di Ognisanti, al centro del vigneto, risalente al XVI secolo, completamente ristrutturata.

Un vino complesso, longevo, sapido e speziato nel quale la Corvina abbina a un vibrante palato una maggiore concentrazione aromatica. A esaltarene struttura ed eleganza, l’affinamento per 12 mesi in botti di rovere francese. Il secondo Valpolicella nasce dai vigneti sopra Le Miniere di Novare, dalle quali in passato si estraeva la pirolusite (ossidi di ferro) e manganese. Grazie ai suoli calcarei ricchi di questi elementi, regala un vino che esalta i caratteri fruttati, pepati e salati tipici delle uve Corvina e Corvinone. Le Miniere affina in vasche di cemento per circa 6 mesi.

Bertani Domains è l’azienda del gruppo Angelini che si occupa della produzione e commercializzazione di vini. Opera in Italia con sei cantine, per un totale di 1.700 ettari di terreni, di cui 460 vitati, e una produzione complessiva di circa 4 milioni di bottiglie l’anno. è nata il 1 gennaio del 2014 quando tutte le realtà agricole e vitivinicole Tenimenti Angelini – le toscane Val di Suga, Tre Rose e San Leonino e la friulana Puiatti (dal 15 marzo 2015 anche la marchigiana Fazi Battaglia) – vengono riunite e incorporate dalla Cav. G.B. Bertani, storica azienda della Valpolicella, acquisita dal gruppo un anno prima.