Digital Innovation Days ritorna dal 10 al 13 novembre in formato phygital

Giulio e Nicola Nicoletti, rispettivamente ceo e coo della società.
Share

Nel 2014 nasceva sui social media. Nel 2017 l’evento fisico diventa di tre giorni e nel 2019 faceva il salto di qualità, con l’ingresso in società di Giulio e Nicola Nicoletti. Il Digital Innovation Days, evento dedicato all’innovazione digitale, ha visto due anni fa la presenza di 1200 partecipanti, 110 speech e altrettanti speaker. Una crescita costante che continuerà quest’anno con l’edizione dedicata al tema Human Capital: Driver for Innovation. L’evento si svolgerà dal 10 al 13 novembre, sia dal vivo che in modalità online, e Forbes Italia ha intervistato Giulio e Nicola, rispettivamente ceo e coo della società.

Giulio, che storia avete e come siete arrivati ai Digital Innovation Days?

Io e mio fratello operiamo nel settore degli eventi e delle pubbliche relazioni da oltre quindici anni. Nel 2014 abbiamo fondato 24Pr & Events, un’agenzia che si occupa di organizzazione eventi e pubbliche relazioni. Nel 2017 abbiamo partecipato alla fondazione del distretto Isola Design District, progetto di marketing territoriale ufficiale della Design Week Milanese e nel 2019 siamo entrati nella società dei Digital Innovation Days, per poi acquisirla totalmente nel 2020.

Nicola, non è stato facile prendersi questa responsabilità nell’anno del Covid. Come lo avete affrontato?

Superato lo shock iniziale dei primi mesi della pandemia, abbiamo deciso di affrontare una nuova sfida: organizzare l’edizione del 2020 in modalità full digital. Abbiamo poi scelto di ampliare le tematiche dell’evento e introdurre quella della Sostenibilità. Il tema principale scelto per la Online Edition è stato “Dal Lockdown alla Ripartenza”. Grande novità dell’edizione 2020 sono state anche le 11 sale verticali con temi legati al web marketing e all’innovazione. Nonostante la nuova modalità digitale, l’evento ha raggiunto risultati strabilianti con 2048 partecipanti, oltre 200 speaker e 63h di live!

Quali sono le novità per il 2021?

L’evento si arricchisce ulteriormente e diventa phygital, sia online che in presenza. Da quest’anno infatti, Digital Innovation Days è diventato un brand a tutto tondo: un progetto con durata di 12 mesi e non solo legato all’evento, con il coinvolgimento di università, di istituzioni e del tessuto imprenditoriale nazionale. L’altra novità è l’ampliarsi delle tematiche, infatti la kermesse quest’anno è incentrata su quattro pilastri fondamentali: Digitale, Innovazione, Sostenibilità, In-Formazione.

Qual è il titolo di questa edizione?

L’edizione 2021 è dedicata al tema Human Capital: Driver for Innovation e promuove il capitale umano come vera e propria leva per incentivare la ripresa dopo la pandemia da Covid-19. Nel periodo di lockdown e di crisi pandemica, le persone sono state costrette a cambiare drasticamente la propria quotidianità e hanno dovuto modificare molti dei loro comportamenti e delle loro abitudini, soprattutto in ambito lavorativo. Il digitale e le nuove tecnologie sono stati, e sono tuttora, strumenti imprescindibili per poter garantire il superamento dei limiti legati alla distanza e per preservare le relazioni umane e professionali. La tecnologia ha quindi giocato un ruolo fondamentale e straordinario nell’affrontare l’emergenza: la dimensione digitale si è inserita sempre di più nelle nostre vite, dando vita ad una vera a propria commistione tra vita off line e on line, la cosiddetta “vita Onlife”.

Perché questo tema?

Non esistono macchine intelligenti senza uomini intelligenti. È a partire da questa convinzione che è nata l’idea di questa nuova edizione del Digital Innovation Days. Dietro ogni grande innovazione c’è sempre un uomo che l’ha ideata, progettata e realizzata. Ri-partiamo dunque dal ‘capitale umano’, inteso nella sua accezione più ampia e dunque comprensiva degli aspetti valoriali e identitari delle persone, per ri-costruire, con il supporto del digitale e delle tecnologie, il nostro futuro. Pensiamo ad una piena integrazione fra mondo reale e digitale per il rilancio economico e sociale delle nostre comunità.

Come sarà fruibile l’evento?

L’evento, che vedrà alternarsi speech frontali, tavole rotonde, workshop e altre iniziative, si svolgerà il 10 e l’11 novembre dal vivo a Milano e il 12 e 13 novembre in modalità online. Dal vivo sarà possibile seguire gli interventi dei relatori che saliranno sul palco nella Sala Principale, disponibili anche in live streaming sulla nostra piattaforma, e le presentazioni della Sala Workshop. Sulla piattaforma digitale dell’evento si potrà assistere anche agli interventi che si terranno nelle Sale tematiche, quest’anno ampliate nel numero e dedicate a: Social Media, Influencer Marketing, Branding & Content, Web Marketing, E-commerce, Sostenibilità, Innovation & Emerging Tech, Food Tech, Health Tech, Fintech, Startup e In-Formazione.

Chi saranno gli speaker di maggiore spicco?

Sul palco saliranno oltre 200 speaker, selezionati tra i professionisti più influenti dei relativi settori, e anche tanti ospiti internazionali, tra cui Martin Lindstrom, Guru internazionale del neuromarketing e autore di best seller. Saranno presenti anche: Ernesto Sirolli, founder & ceo di Sitolli Institute; Barbara Cominelli, ceo di Jones Lang Lasalle; Isabella Falautano, direttrice Comunicazione & Stakeholder Engagement di Illimity; Stefano Venturi, presidente dello Steering Committee “Competenze e Capitale umano” di Confindustria Digitale; Paolo Iabichino, amministratore unico di Iabicus e Francesco Iervolino, partner di Deloitte Officine Innovazione; Nicola Neri, ceo di Ipsos Italia..

Per chi volesse partecipare, può accedere al sito www.digitalinnovationdays.com, nella sezione “partecipa all’evento” e acquistare il biglietto per l’evento. Solo per i lettori di Forbes.it, con il codice sconto “forbesitalia20” ci sarà uno sconto del 20% sul costo dei biglietti.