Un panino con contorno di criptovalute: negli Usa Burger King mette in palio bitcoin, ether e dogecoin

burger king criptovalute
photo by: Justin Sullivan – Getty Images
Share

Un panino con un contorno di criptovalute. Così si può riassumere la nuova promozione “Burger King with a side of Crypto”, lanciata dalla catena di fast food in partnership con Robinhood, una delle più note piattaforme legate al mondo crypto. Nello specifico, per promuovere il servizio premium “Royal Perks” ideato dalla catena di fast food, ogni abbonato ha la possibilità di vincere bitcoin, ether o dogecoin per ogni acquisto da almeno cinque dollari eseguito online o in un ristorante della catena.

Burger King e le criptovalute

Rivolta solo ai residenti dei 50 stati degli Usa e del Distretto di Columbia (esclusi Alaska, Hawaii e Nevada) che abbiano almeno 18 anni (19 in Alabama e in Nebraska), per poter partecipare alla ‘promozione crypto’, i membri Royal Perks del fast food dovranno fare un acquisto di almeno 5 dollari (escluso le tasse) di cibo e/o bevande Burger King o sul sito, o sull’app o nei ristoranti aderenti alla promozione.

Una volta effettuato l’acquisto, i partecipanti riceveranno il loro codice premio via email e potranno richiedere il loro premio. Ogni partecipante può ricevere fino a 21 codici premio. La fase della richiesta di codice premio terminerà il 21 novembre, mentre quella di richiesta premio avrà luogo fino al 17 dicembre 2021.

Cosa succede in caso di vincita

“Se non hai un conto su Robinhood Crypto, ti sarà richiesto di aprire un conto su Robinhood e su Robinhood Crypto”, afferma la stessa Robinhood che premierà i vincitori del concorso lanciato da Burger King, che metterà in palio 20 Bitcoin, 200 Ether e 2 milioni di Dogecoin. “La probabilità di vincere ogni premio all’inizio sono approssimativamente: Premio Bitcoin: 1:100.011 (20 disponibili); Premio Ethereum: 1:10.001 (200 disponibili) e Premio Dogecoin: 1:1 (2 milioni disponibili). Le quote cambieranno man mano che i premi saranno distribuiti, mentre i premi non reclamati non saranno assegnati”, ha affermato la stessa Burger King.

LEGGI ANCHE: “In futuro più prodotti a base vegetale”: la rivoluzione sostenibile di Burger King spiegata dal ceo Alessandro Lazzaroni”