Il partner digitale che sfrutta l’intelligenza artificiale per anticipare i bisogni delle aziende

Massimo Mauri
Share

Articolo tratto dal numero di novembre 2021 di Forbes Italia. Abbonati!

Continuare a crescere per diventare un leader nel campo dell’internet of things, un partner al quale le aziende che vogliono fare innovazione possono affidare la loro trasformazione digitale. È questo l’obiettivo di Seco, che opera nel mercato dell’alta tecnologia sviluppando soluzioni proprietarie all’avanguardia per clienti industriali. Fondata nel 1979 da due ventenni con la passione per l’elettronica, Seco conta oggi oltre 450 persone, una presenza diretta in nove Paesi e una rete commerciale di distribuzione globale, servendo oltre 200 clienti blue-chip leader nei rispettivi settori. Molte le collaborazioni prestigiose e le partnership industriali strategiche, accomunate dall’obiettivo di continuare ad aumentare il livello dei servizi offerti ai propri clienti. 

Una realtà dinamica, in continua evoluzione e proiettata al futuro. Nell’ultimo biennio Seco ha condotto acquisizioni strategiche per proseguire la crescita dimensionale e all’estero, rafforzare le proprie competenze su intelligenza artificiale, internet of things e big data analytics, e completare l’evoluzione del proprio modello di business. L’ultima in ordine di tempo è quella di Oro Networks, società statunitense specializzata in soluzioni di intelligenza artificiale ad alto valore aggiunto. Una transazione fondamentale, questa, per acquisire ulteriori competenze di personalizzazione dei propri algoritmi di intelligenza artificiale, e per accelerare la penetrazione del mercato americano grazie a una presenza diretta nel cuore della Silicon Valley. 

Oggi Seco è in grado di intercettare la crescente domanda da parte delle aziende di servizi di analisi dei dati, predittive e di gestione da remoto, a cui risponde con Clea. Clea è una suite di intelligenza artificiale che estrae e raccoglie dati sul campo, li trasferisce sul cloud e li rende fruibili analizzandoli in real-time, permettendo così di prendere decisioni di business data-driven. “Poter raccogliere i dati sul campo, portarli nel cloud e analizzarli in tempo reale oggi è un vantaggio determinante. Funziona per la manutenzione predittiva, per conoscere meglio i gusti dei propri clienti, per aggiornare in automatico il software dei dispostivi connessi. Infinite applicazioni che noi rendiamo attuabili in modo semplice e personalizzato” dice il ceo Massimo Mauri. “Siamo orientati a soddisfare tempestivamente le esigenze dei nostri clienti proponendo loro soluzioni efficaci ad alto valore aggiunto. Vogliamo diventare un punto di riferimento nel campo dell’alta tecnologia a livello mondiale, per questo continuiamo a investire in ricerca e sviluppo, ponendo sempre la massima attenzione alla sostenibilità sociale e ambientale del nostro modello di business”. 

Di recente Seco ha completato le procedure di quotazione sul segmento Star del Mercato telematico azionario di Borsa Italiana, un’operazione finalizzata a raccogliere risorse da investire in crescita e sviluppo, per diventare un leader europeo con un posizionamento strategico unico in un mercato, quello legato a intelligenza artificiale e Iot, in costante crescita. Ma anche per rafforzare la propria identità di azienda capace di attrarre nuovi talenti e incoraggiarne la crescita, che si impegna quotidianamente per realizzare la propria mission: unire tecnologie e competenze per rispondere a nuove esigenze e opportunità.