Banca Widiba stila la Carta della Responsabilità: una roadmap per fare impresa responsabile

Banca Widiba
Share

Articolo di Danilo D’Aleo tratto dal numero di dicembre 2021 di Forbes Italia. Abbonati!

Innovativa, clientecentrica, formativa e sostenibile. Sono queste alcune delle parole chiave che rappresentano l’attività e il business di Banca Widiba, l’istituto online che ha fin da subito sposato il tema della sostenibilità. Al punto da immaginare e stilare la Carta della responsabilità, una roadmap che illustra l’insieme di iniziative concrete che compongono un nuovo modo di fare impresa responsabile, in diversi ambiti della sostenibilità. Da quella ambientale, con un focus sul digitale e sulle azioni per il risparmio energetico, a quella sociale, con i progetti di educazione finanziaria e l’impegno per l’inclusione e la parità di genere e salariale, passando per quella aziendale, con le politiche dedicate a dipendenti e stakeholder in tema di diversity, formazione e welfare. “La Carta della responsabilità vuole essere un primo tassello per mettere a sistema il nostro modo di fare banca, coniugando innovazione e responsabilità e partendo dalle nostre persone per arrivare ai clienti e alle realtà con cui ogni giorno lavoriamo. Grazie al costante ascolto della nostra community”, dice Marco Marazia, direttore generale di Banca Widiba.

Con l’obiettivo di “avere un impatto positivo sulle persone e sull’ambiente e di generare valore condiviso”, l’istituto online opera da sempre seguendo due asset ben precisi: offrire un’ampia e diversificata gamma di strumenti di investimento, con oltre 1.300 prodotti Esg e un catalogo in continuo aggiornamento; e garantire, al contempo, un modello di consulenza sostenibile. Sia dal punto di vista ambientale, come dimostra il lancio del prestito green e del mutuo digitale, e la decisione di eliminare l’utilizzo della carta, attraverso processi 100% paperless, su tutti i principali prodotti e servizi bancari, sia dal punto di vista sociale e aziendale. Tra le molteplici attività realizzate e portate avanti negli ultimi anni, spicca l’impegno di divulgazione della consapevolezza ed educazione finanziaria, dimostrato dagli oltre 42 eventi aperti al pubblico organizzati solamente nel 2021. Inoltre, l’attenzione verso la valorizzazione della diversità e dell’inclusione all’interno è rappresentata da un team composto al 48% da donne (con una presenza femminile dell’80% nelle prime linee del management), e dalla parità salariale, con un rapporto retributivo calcolato sulla media degli stipendi uomo-donna pari sostanzialmente a uno (98,4%).

Lato welfare, oltre l’erogazione di 40mila ore di formazione per dipendenti, manager e consulenti finanziari (di cui oltre 1.400 su tematiche esg), la riflessione sul work life balance si traduce in numerosi benefit: dallo smart working al programma di copertura delle spese mediche (esteso anche ai familiari dei propri collaboratori), fino a una piattaforma di convenzioni aziendali.

E non è finita qui. Nel 2022, Widiba coinvolgerà la propria customer base per ideare nuove azioni e progetti in ambito esg. Lo farà grazie all’impegno e al lavoro di uno specifico comitato della responsabilità interno e del customer team, un organo consultivo parallelo al cda e inserito nello statuto della banca, che rappresenta la voce del consumatore all’interno del processo decisionale.

LEGGI ANCHE: “L’importanza della consulenza patrimoniale ai tempi del Covid-19, e non solo”

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it Iscriviti