La mappa degli oligarchi: dove sono jet ed elicotteri privati dei miliardari russi sanzionati

Roman Abramovich oligarchi
Roman Abramovich (foto Clive Mason/Getty Images)
Share

Gli aerei sono registrati in giurisdizioni offshore come l’Isola di Man e le Bermuda, che stanno tentando di rendere più difficile per gli oligarchi continuare a volare.

Dopo più di tre settimane dall‘invasione russa dell’Ucraina, i paesi occidentali stanno inasprendo le sanzioni contro gli oligarchi e i miliardari russi. L’ultima raffica di sanzioni è arrivata quando l’Isola di Man, dipendenza della corona britannica, ha annunciato di aver cancellato dai propri registri 18 velivoli russi a partire dal 3 marzo. Forbes ha scoperto che otto di questi aerei, tra cui il jet privato Airbus da 350 milioni di dollari di Alisher Usmanov e quattro elicotteri di proprietà di Roman Abramovich, sono di proprietà di miliardari russi sanzionati.

Esaminando i registri degli aeromobili e i dati disponibili al pubblico, Forbes ha identificato almeno 12 jet e sei elicotteri collegati a otto miliardari. Gli aeromobili sono registrati ad Aruba, alle Bermuda, alle Isole Cayman, all’Isola di Man e in Lussemburgo, tutti soggetti a sanzioni dell’Unione europea o della Gran Bretagna. Complessivamente, i 18 aerei valgono almeno 1,2 miliardi di dollari. I portavoce degli uffici di registrazione e delle autorità del traffico aereo delle Bermuda, del Lussemburgo e dell’Isola di Man hanno dichiarato a Forbes di avere messo in atto misure contro aeromobili di proprietà di individui sanzionati.

Il 12 marzo, le Bermuda hanno annunciato che il loro registro aeronautico aveva annullato i certificati di aeronavigabilità per 740 “aeromobili operati dalla Russia”, che dunque non possono più volare. Almeno uno dei miliardari sanzionati, Viktor Rashnikov, possiede un jet Gulfstream registrato alle Bermuda. Un portavoce ha detto a Forbes che l’Autorità per l’aviazione civile delle Bermuda “condurrà un’indagine” per determinare se Rashnikov possiede l’aeromobile.

Abramovich è il più esposto alle nuove misure, con due jet registrati ad Aruba e altri due in Lussemburgo, oltre ai quattro elicotteri cancellati nell’Isola di Man. Il ministro dei Trasporti di Aruba, Ursell Arends, ha riferito ai media locali che almeno dieci aeromobili registrati sull’isola appartengono a russi sanzionati e il governo intraprenderà azioni contro di loro “se necessario.” Forbes ha identificato sei dei dieci jet, tra cui un jet Airbus A319 di proprietà di Viktor Vekselberg. Sia uno dei portavoce di Vekselberg che i rappresentanti degli altri miliardari menzionati in questo articolo, a cui abbiamo chiesto commenti sull’accaduto, non hanno ancora risposto.

Gli individui con grandi patrimoni spesso possiedono aeromobili attraverso società di partecipazione offshore per mascherare la reale proprietà. “Molti proprietari utilizzano società offshore e società per scopi speciali per rendere difficile trovare l’utente ‘reale’ del velivolo”, ha affermato Phil Seymour, presidente della società di gestione dati sull’aviazione Iba.

Si sa che altri miliardari sanzionati hanno posseduto jet privati nel recente passato, ma Forbes non ha potuto verificare se li possiedono ancora. Oleg DeripaskaGennady TimchenkoBoris Rotenberg e Suleiman Kerimov hanno tutti venduto i loro aerei dopo essere stati colpiti da sanzioni nel 2014 e 2018.

La registrazione di aeromobili in giurisdizioni offshore come l’Isola di Man permette ai miliardari di risparmiare centinaia di milioni di dollari in dogane e imposte sulle vendite quando volano, acquistano o vendono i loro jet. I siti web per la registrazione degli aeromobili offshore offrono apertamente una varietà di vantaggi, che vanno da zero tasse sui dazi all’importazione o sui trasferimenti di aeromobili ad Aruba a nessuna tassazione nelle Isole Cayman.

Le misure adottate dalle autorità dell’Isola di Man e delle Bermuda stanno mettendo fuori portata tali benefici. Secondo Jonathan Epstein, partner specializzato in commercio internazionale e aviazione dello studio legale Holland & Knight, che ha sede a Washington, un aeromobile che è stato cancellato diventa un “aeromobile senza stato”, il che significa che non ha più una certificazione di aeronavigabilità valida. Senza tale certificazione l’aeromobile non è assicurabile e non può volare, finché non è registrato in un nuovo paese.

Ciò significa che tutti gli aeromobili situati in paesi che hanno sanzionato la Russia rischiano di rimanere a terra. A complicare ulteriormente le cose è il fatto che le sanzioni globali impediscono a qualsiasi assicuratore e banca di finanziare o fornire assicurazioni ad aeromobili di proprietà o utilizzati da persone fisiche o giuridiche russe.

Sette dei 18 velivoli tracciati da Forbes sono stati registrati l’ultima volta in Francia e Lettonia, ed entrambi i paesi hanno attuato le sanzioni dell’Ue nei confronti della Russia. Ma se l’aeromobile non si trova nell’Ue o nel Regno Unito, allora potrebbe essere ri-registrato altrove. Ad esempio in Russia, dove quattro dei velivoli sono stati visti per l’ultima volta. “Se gli aerei o elicotteri si trovano fisicamente in Russia, i russi potrebbero registrarli di nuovo”, ha detto Epstein.

Un’altra probabile destinazione per questi aerei: gli Emirati Arabi Uniti. Almeno tre dei 18 velivoli tracciati da Forbes sono stati visti per l’ultima volta negli Emirati Arabi Uniti, e molti, più recentemente, hanno viaggiato da lì a Mosca. Tuttavia, anche se un aereo è a Dubai, i proprietari potrebbero essere colpiti da sanzioni secondarie degli Stati Uniti, comminati alle aziende locali che aiutano a spostare o riparare i loro jet. “Se hai un Gulfstream fermo a Dubai, l’esportazione di quell’aereo in Russia è una violazione delle leggi statunitensi sulle esportazioni”, spiega Epstein. “Non solo: anche l’officina o centro di riparazione che aiuta a farlo incorrerà in una violazione delle norme sull’esportazione”.

C’è poi un altro motivo per cui la riparazione degli aerei, da ora, sarà ora più complicata. Produttori come Airbus, Boeing, Bombardier ed Embraer hanno annunciato che sospenderanno gli affari con aziende e privati russi, rendendo difficile, se non impossibile, per i proprietari russi sostituire i pezzi ed effettuare la manutenzione dei loro aerei.

Ecco i jet e gli elicotteri di proprietà di miliardari russi tracciati da Forbes e le rispettive ultime posizioni.

Roman Abramovich

Sanzionato da: Regno Unito, Ue, Canada, Australia
Cittadinanza: russa, israeliana, portoghese
Valore totale stimato: 545 milioni di dollari

767-300 (codice di registrazione P4-MES
Paese di registrazione: Aruba
Ultima posizione nota: Saint-Louis, Francia, 25 febbraio

Boeing 787-8 Dreamliner (codice di registrazione)
Paese di registrazione:Aruba
Ultima posizione nota: Dubai, Emirati Arabi Uniti, 4 marzo

Bombardier BD700 Global Express (codice di registrazione Lx-Lux)
Paese di registrazione:Lussemburgo
Ultima posizione nota: Riga (Lettonia), 27 febbraio

Gulfstream G650 (codice di registrazione Lx-Ray)
Paese di registrazione:Lussemburgo
Ultima posizione nota: Mosca, Russia, 15 marzo

Elicottero Airbus EC-145 (codice di registrazione M-Solo)
Paese di registrazione:Isola di Man (registrazione cancellata l’11 marzo)
Ultima posizione nota: Cannes, Francia, 25 febbraio
Associato allo yacht Solaris di Abramovich

Elicottero Airbus EC-145 (codice di registrazione M-Sola)
Paese di registrazione:Isola di Man (registrazione cancellata l’11 marzo)
Ultima posizione nota: Basseterre, St. Kitts e Nevis, 28 febbraio
Associato allo yacht Solaris di Abramovich

Elicottero Airbus EC-145 (codice di registrazione M-Luna)
Paese di registrazione:Isola di Man (registrazione cancellata l’11 marzo)
Ultima posizione nota: Cannes, Francia, 3 febbraio

Elicottero Eurocopter EC-155 (codice di registrazione M-Heli)
Paese di registrazione:Isola di Man (registrazione cancellata l’11 marzo)
Ultima posizione nota: Cannes, Francia, 4 marzo

Mikhail Gutseriev

Sanzionato da: Ue, Regno Unito, Svizzera
Cittadinanza: russa
Valore totale stimato: 60 milioni di dollari

Embraer Erj-135 (codice di registrazione P4-Msg)
Paese di registrazione:Aruba
Ultima posizione nota: Mosca, Russia, 14 marzo

Bombardier BD700 Global Express (codice di registrazione P4-Gms)
Paese di registrazione:Aruba
Ultima posizione nota: Mosca, Russia, 26 febbraio

Alexey Mordashov

Sanzionato da: Ue, Regno Unito, Svizzera, Australia
Cittadinanza: russa
Valore totale stimato: 20 milioni di dollari

Bombardier BD700 Global Express (codice di registrazione M-Yssf)
Paese di registrazione:Isola di Man (registrazione cancellata il 4 marzo)
Ultima posizione nota: Mosca, Russia, 5 marzo

Elicottero Agustawestland AW139 (codice di registrazione Vp-Cmf)
Paese di registrazione:Isole Cayman
Ultima posizione nota: Mahé, Seychelles, 9 marzo
Associato allo yacht Nord di Mordashov

Viktor Rashnikov

Sanzionato da: Ue
Cittadinanza: russa
Valore totale stimato: 50 milioni di dollari

Gulfstream 650ER (codice di registrazione Vp-Bot)
Paese di registrazione:Bermuda
Ultima posizione nota: Dubai, Emirati Arabi Uniti, 27 febbraio

Arkady Rotenberg

Sanzionato da: Ue, Regno Unito, Usa, Australia, Canada, Giappone, Svizzera
Cittadinanza: russa
Valore totale stimato: 15 milioni di dollari

Bombardier BD700 Global Express (codice di registrazione M-Mavp)
Paese di registrazione:Isola di Man (registrazione cancellata il 5 marzo)
Ultima posizione nota: Abu Dhabi, Emirati Arabi Uniti, 12 marzo

Andrei Skoch

Sanzionato da: Ue, Regno Unito, Usa, Australia, Canada, Svizzera
Cittadinanza: russa
Valore totale stimato: 40 milioni di dollari

Airbus A319 (codice di registrazione P4-Mgu)
Paese di registrazione:Aruba
Ultima posizione nota: Vicino a Nur-Sultan, Kazakistan, 6 marzo

Alisher Usmanov

Sanzionato da: Ue, Regno Unito, Usa, Australia, Canada, Giappone, Svizzera
Cittadinanza: russa, uzbeka
Valore totale stimato: 370 milioni di dollari

Airbus A340-300 (codice di registrazione M-Iabu)
Paese di registrazione: Isola di Man (registrazione cancellata il 3 marzo)
Ultima posizione registrata: Tashkent, Uzbekistan, 28 febbraio
Bloccato dal Dipartimento del Tesoro USA il 3 marzo

Dassault Falcon 7X (codice di registrazione Lx-Vip)
Paese di registrazione: Lussemburgo (La cancellazione della registrazione è avviata, ma non ancora completata)
Ultima posizione registrata: vicino a Turkmenbashi, Turkmenistan, 28 febbraio

Elicottero Airbus EC-175 (codice di registrazione M-Dlbr)
Paese di registrazione:Isola di Man (registrazione cancellata il 3 marzo)
Ultima posizione nota: Le Castellet, Francia, 13 novembre 2021
Associato allo yacht Dilbar di Usmanov

Eurocopter Ec-155 Helicopter (codice di registrazione M-Dlba)
Paese di registrazione: Isola di Man (registrazione cancellata il 3 marzo)
Ultima posizione registrata: Monte Carlo, Monaco, 1 marzo
Associato allo yacht Dilbar di Usmanov

Viktor Vekselberg

Sanzionato da: USA, Regno Unito, Giappone
Cittadinanza: russa
Valore totale stimato: 90 milioni di dollari

Airbus A319-115 (codice di registrazione P4-Mgu)
Paese di registrazione:Aruba
Ultima posizione nota: Saint-Louis, Francia, 25 febbraio
Bloccato dal Dipartimento del Tesoro USA l’11 marzo

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it Iscriviti