Segnali di ripresa per il mondo della birra dopo la celebre fiera di Rimini

Warsteiner
(courtesy Warsteiner)
Share
Articolo di Pasquale Sasso

Si è appena conclusa a Rimini la celebre fiera Beer & Food Attraction 2022 dedicata al settore brassicolo e al cibo. Evento che ha visto un’ottima partecipazione nonostante lo stato d’emergenza dovuto al Covid. Tanti i grandi brand presenti, anche non direttamente connessi alla birra. Da Redbull a San Bernardo, Develey e Pizzoli.

Le novità di quest’anno

Rispetto all’anno scorso, dove la manifestazione si è potuta svolgere solo in digitale, novità di quest’anno è stata la presenza del birrificio indipendente tedesco Warsteiner. Che ha portato il suo progetto dedicato al supporto dell’ho.re.ca. attraverso il lancio della piattaforma “Warsteiner Lovers”, filo diretto tra birrificio, locali e clienti. Non a caso, Giovanni Mondini, trade marketing manager di Warsteiner Italia, è intervenuto al convegno ”Fuoricasa e digitale, la sfida decisiva come la tecnologia cambierà l’Horeca”, organizzato da Italgrob. Anche la nuova specialità Brewers Gold rappresenta il desiderio del birrificio di proporre prodotti innovativi. Tra le presenze rilevanti, anche Carlsberg, Interbrau e Wami.

Spazio al valore dell’artigianalità

Non è poi mancato il mondo dell’artigianalità con la prima presenza fieristica del progetto “Live Barrels” di Bruno Carilli (ex Birrificio Toccalmatto). Senza tralasciare la formazione di nuovi birrai grazie all’Università della Birra, presente con uno stand.

Uno dei birrifici artigianali più trendy del momento, Birrificio della Granda, non ha deluso le aspettative presentandosi con uno stand totalmente rinnovato, il nuovo slogan/manifesto 2022 “Everyone deserves craft beer” e un prodotto nuovo: l’hard seltzer chiamato “The Duke”. Il mastro birraio Ivano Astesana continua quindi a trascinare il mondo dei birrifici artigianali italiani verso una semplificazione del linguaggio e del prodotto che permetta a tanti potenziali clienti di avvicinarsi e appassionarsi a questo mondo.

Proprio di questo, Ivano ha parlato durante il convegno organizzato dall’Università di Scienze Gastronomiche di Pollenzo e dalla società di consulenza strategica Idea Food & Beverage. Sul palco insieme a Daniele Ceratto di UNISG e Giuseppe Adelardi di IDEA, ha raccontato come il nuovo claim e il nuovo “Hard Seltzer” siano strumenti strategici per espandere il mercato dell’artigianale, fornendo a tutti i bevitori di birra strumenti intriganti per avvicinarsi a prodotti.

Un’edizione entusiasmante, che prepara il terreno per la prossima, già fissata nei giorni 19-22 Febbraio 2023.

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.