PwC Italia investe sulla cultura: sancita la partnership con l’Accademia Carrara di Bergamo

PwC
La sede di PwC Italia a Milano
Share

Un accordo inedito, nel segno della valorizzazione del patrimonio culturale e della sostenibilità ambientale. PwC Italia punta su Bergamo-Brescia Capitale italiana della Cultura 2023 e diventa socio co-fondatore della Fondazione Accademia Carrara di Bergamo.

Per la prima volta PwC Italia, presente su tutto il territorio nazionale con uffici in 24 città e circa settemila persone, decide di investire in cultura. L’azienda fa sapere di volere contribuire attivamente alla vita del museo, che si prepara ad affrontare tante sfide in vista dell’anno di Bergamo-Brescia Capitale italiana della Cultura 2023.

PwC Italia avrà un ruolo attivo nel percorso di rinnovamento dell’attuale allestimento museale, pensato per rendere l’esperienza di visita e la conoscenza del patrimonio della Carrara sempre più attuale e accessibile. Con il supporto di PwC Italia, infatti, anche l’anima green della Carrara avrà una nuova vita, in linea con l’area di progetto “Città natura” del     dossier Bergamo-Brescia Capitale Italiana della Cultura 2023 intitolato “La città illuminata”.

I circa tremila metri quadrati di patrimonio verde che si scorgono dalle finestre del palazzo in stile neoclassico, fino a ora non utilizzabili dai visitatori, saranno protagonisti di un profondo percorso di riqualificazione e recupero. Di conseguenza, nel 2023, saranno per la prima volta aperti al pubblico e diventeranno uno spazio strategico per il museo, che finalmente si aprirà anche alle aree esterne circostanti, offrendo la possibilità di immergersi in una natura rigogliosa con una vista panoramica sulle mura venete, patrimonio Unesco, e di fruire di nuovi servizi, tra cui un caffè-bistrot. Questo nuovo spazio esterno sarà intitolato a PwC Italia.

Abbiamo parlato con il presidente e ad di PwC Italia, Giovanni Andrea Toselli, che ha spiegato a Forbes Leader i dettagli dell’investimento.

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it Iscriviti