Questa società di telecomunicazioni ha lanciato un nuovo dominio sicuro e conveniente

Andrey Insarov
Andrey Insarov, ceo e founder di Intis Telecom
Share

Secondo un rapporto di Global Industry Analysts, Inc, negli ultimi 30 anni sono stati registrati oltre 400 milioni di domini e entro il 2027 questa cifra dovrebbe salire a 600 milioni. Si tratta di un aumento notevole. Anche il tasso di crescita del numero di siti web e utenti Internet è in aumento.

Il suffisso .com è il più utilizzato con oltre 150 milioni di domini registrati, mentre quello nazionale .it ha oltre 3 milioni di domini. Per soddisfare la domanda crescente di nuovi domini, Intis Telecom ha lanciato l’area it.com. Esistono tre destinatari principali per la nuova area di dominio:

  •  Si tratta di un dominio universale per qualsiasi attività o servizio internazionale. La zona .com non è legata ad alcun territorio ed è associata al commercio internazionale per tutti gli utenti. Google, Instagram, YouTube e altri siti web popolari sono registrati in questa zona. Significa che l’alternativa .com dovrebbe essere altrettanto versatile e .it.com è l’ideale per questo. Inoltre, puoi sostituire parole diverse, come verbi, prima di “it”, creando così una “call to action”. Ad esempio, “do.it”, “send.it”, “share.it”. Si potrebbero così creare degli slogan che si allineano bene con il marchio. La zona del dominio .it.com offre diversi vantaggi contemporaneamente; ci sono molti nomi di dominio liberi e non occupati e il nome risulta essere universale, internazionale e non legato a una posizione.
  • Molti paesi con tecnologie Internet sviluppate hanno le cosiddette zone di backup. Per gli Stati Uniti è .us.com, per il Regno Unito è .uk.com, per la Cina è .cn.com e così via. It.com consente ai clienti in Italia o a coloro che si rivolgono al mercato italiano di espandere la propria presenza nel dominio. Inoltre, la nuova zona di dominio sarà libera dalle restrizioni inerenti al .it. Attualmente infatti per creare un dominio nell’area .it è necessaria la residenza italiana o di una registrazione aziendale in Italia, nonché una lunghezza minima del dominio di 3 caratteri. Un’altra opzione interessante è creare una versione internazionale di un sito web, in una zona di dominio familiare a tutto il mondo. Per esempio pizza.it può creare una sezione in inglese pizza.it.com semplicemente “aggiungendo” ‘com’ al proprio sito web esistente nella zona .it.
  • Zona di dominio per servizi IT (simile alla zona .io). In questo caso, ‘it’ significherà appartenere all’informatica e, allo stesso tempo, indicherà la natura globale del business, insita in molte aziende IT.

Quali sono i vantaggi della registrazione nella zona .it.com? Perché è quasi impossibile registrare un nome vecchio stile nelle classiche e familiari zone .it o .com?

La zona .com è diventata una sorta di standard di dominio internazionale. Ospita oltre il 75% di tutti i gTLD (domini senza Paese). I siti più popolari al mondo si trovano nella zona .com. È quasi impossibile quindi trovare un nome libero in questa zona molto popolare, perché già occupata da un’azienda esistente o occupata da cybersquatter che cercano di vendere il dominio per fare profitto.

Pertanto, .it.com è una vera alternativa alla zona .com. Per quanto riguarda la zona nazionale italiana .it, .it.com può integrarla fornendo funzionalità aggiuntive. Il grande vantaggio di .it.com è che gli utenti internazionali e italiani non competono per i nomi poiché la maggior parte delle parole e delle frasi italiane non sono scritte in inglese. Così le esigenze di due grandi gruppi di clienti possono essere soddisfatte con una sola zona.

Quali opzioni di sicurezza del dominio offre .it.com?

Intis Telecom fornisce misure adottate nel settore dei domini per proteggere i diritti e gli interessi dei clienti. Rispettiamo gli standard di protezione dei marchi e non permettiamo a terzi di registrare domini che corrispondono a marchi noti semplicemente per sfruttare i loro nomi. Inoltre, qualsiasi azienda può sporgere denuncia di violazione al Wipo (World Intellectual Property Organization) www.wipo.int e, se la violazione è confermata, Intis Telecom si atterrà immediatamente alle sue istruzioni. Per quanto riguarda la titolarità dei nomi .it.com, l’utente è tutelato con soluzioni tecniche avanzate; Autenticazione a 2 fattori, whitelist IP, protezione contro il trasferimento di domini o modifiche al registrar, nascondere le informazioni di contatto degli utenti per proteggersi dallo spam e molto altro.

Qual è il costo di un dominio in zona .it.com?

Intis Telecom vende domini agli utenti finali per 44 euro. Anche il prezzo di rinnovo è di € 44 all’anno. Ci sono sconti significativi fino al 50% quando si rinnova per diversi anni. Tuttavia, altri register possono vendere domini a prezzi diversi da questo, più o meno. L’elenco dei register accreditati è reperibile sul sito get.it.com.

Applichiamo deliberatamente un prezzo bassa al dominio .it.com a per dissuadere truffatori e chi utilizza domini per frode, phishing e altre attività illegali. Il costo di un dominio per 1 anno, invece, equivale al prezzo del pranzo in un modesto ristorante ed è più conveniente dei servizi annessi; sviluppo di siti web, hosting, copywriting, promozione, pubblicità, ecc. È sicuro dire che un dominio da € 44 sarà la parte più economica del tuo sito web.

Esistono soluzioni per proteggersi dall’acquisto rapido di nomi di dominio premium e dalla loro ulteriore rivendita?

Per evitare che i cybersquatter mettano le mani su domini ambiti, tali nomi hanno ottenuto lo status di “Premium” e vengono venduti a prezzi che vanno da diverse centinaia a diverse decine di migliaia di euro, a seconda dell’attrattiva del dominio. Vale la pena notare che tali nomi nella zona .com costerebbero decine, centinaia di migliaia e persino milioni di euro.

Quali altri servizi in più rispetto alla concorrenza fornisce .it.com ai propri clienti?

Ai clienti .it.com viene offerta una gamma completa di servizi di cui qualsiasi proprietario di dominio potrebbe aver bisogno: servizi come email, certificati SSL, CDN e protezione dagli attacchi DDOS da un partner CloudFlare, hosting e server virtuali, un website builder, un reindirizzamento gratuito servizio a un sito Web esistente, a un account di social media o persino a un servizio di messaggistica istantanea.

Ci sono piani per il futuro?

Stiamo pianificando di espandere le zone di dominio in cui verrà offerta la registrazione. Queste saranno sia zone classiche e famose, sia zone di nuova creazione, ad esempio it.uk.

In che modo la pandemia ha influito sulla domanda di nuovi domini?

Abbiamo visto aumentare la domanda di domini. I lockdown e il conseguente aumento del lavoro a distanza hanno dato un enorme impulso ai servizi online. Con così tante più attività online, sarà richiesto un numero sempre crescente di domini.

Che previsioni ci sono per il nuovo dominio .it.com per il prossimo anno?

Nel prossimo futuro, vediamo il numero di domini registrati in .it.com superare la soglia di 10.000. Abbiamo in programma di dare un premio al 10.000esimo acquirente di dominio e chissà, potrebbe diventare parte della nostra tradizione celebrare ogni 10.000esimo utente. Entro la fine del 2022, prevediamo di aver venduto 30.000 domini.

C’è un’opportunità di investimento in Intis Telecom?

Al momento, l’azienda sta crescendo in modo organico. È possibile che se si presenti l’opportunità di partnership perfetta, entrambe le parti sfruttino appieno la situazione per aumentare significativamente la quota di mercato. Naturalmente, possiamo solo accogliere favorevolmente tale cooperazione.

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it Iscriviti