Grazie all’App Store sono stati creati oltre 85 mila posti di lavoro nel 2021

apple-app-store
Share

Oltre il 90% degli sviluppatori presenti sull’App Store sono in realtà piccoli team e, ogni anno, migliaia di questi decidono di debuttare nello store digitale di Apple. E’ la ricerca intitolata Spotlight on Small Business & App Creators on the App Store condotta da Analysis Group e in particolare da un gruppo di economisti indipendenti che ne fanno parte, a svelare che nell’ultimo biennio gli incassi degli sviluppatori di applicazioni sono aumentati notevolmente.

Le realtà più piccole presenti nello store, ad esempio, hanno registrato un incremento delle entrate del 113% rispetto al 2019, superando di oltre il doppio quelle generate dalle software house più ampie.

L’aumento dell’occupazione

 

apple-app-store-developers
Apple

E accanto ai ricavi ci sono, ovviamente, anche i dipendenti. Durante lo scorso anno, infatti, il mercato italiano delle app per iOS si è affermato come un’opportunità per fare occupazione generando ben 85mila posti di lavoro e supportando le piccole imprese ad avere ancora più successo: a livello europeo, invece, sarebbero state impiegate fino a 2,2 milioni di persone.

“Alcuni degli sviluppatori più interessanti al mondo sono italiani e siamo davvero felici che il settore stia continuando a crescere e a creare un numero record di posti di lavoro. Milioni di persone usano le app create da sviluppatori e sviluppatrici italiani di talento per vivere, lavorare e giocare. Apple è orgogliosa di contribuire al loro successo e non vediamo l’ora di aiutarli a raggiungere nuove vette” ha affermato Daniel Matray, director of App Store for Continental Europe di Apple.

D’altra parte, è un’analisi del Progressive Policy Institute ad esaminare come l’economia delle app abbia potuto contribuire a creare occupazione in ambiti diversi come lo sviluppo di software, le vendite o il design: si stima siano circa 2,27 milioni i dipendenti europei occupati nella cosiddetta App Economy impegnati con i dispositivi dell’ecosistema iOS.

Inoltre, lo studio evidenzia in che modo le aziende abbiano potuto raggiungere i clienti in modo differente e innovativo sfruttando le potenzialità delle applicazioni e come le persone abbiano trovato nuovi modi per divertirsi, esprimere la loro creatività o rimanere in contatto con amici, colleghi e familiari.

La crescita dei developers emergenti nell’App Store

E sempre nel 2021, sono stati tanti i team di sviluppo che hanno deciso di affacciarsi nell’App Store e sfruttarlo come canale per distribuire le loro app. Di questi, il 24% sono situati in Europa, il 23% in Cina e il 14% negli Stati Uniti d’America con una crescita dei developers emergenti, dal 2019, del 40% nel Regno Unito e di oltre il 25% in Germania.

Offrendo una vetrina in ben 175 mercati di tutto il mondo, si prospetta come una valida opportunità per farsi conoscere ad un pubblico sempre più vasto e non è un caso se ben 4 download su 10 – il 40% – delle applicazioni sarebbero stati effettuati da utenti residenti in una nazione diversa da quella dello sviluppatore.

Infine, è anche grazie all’App Store Foundations Program, il programma offerto dalla società di Cupertino per fornire agli sviluppatori selezionati un supporto per realizzare app migliori, ad aver aiutato gli imprenditori italiani affiancando oltre 50 sviluppatori e sviluppatrici nostri connazionali, con un aumento di quasi il 50%.

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.