Arriva a Napoli “il Sud Digitale”: l’evento di UniCredit sull’innovazione e l’imprenditoria giovanile nel Meridione

xjobs, cassa depositi e prestiti
shutterstock
Share

Il Sud Digitale è il titolo dell’appuntamento che UniCredit ha organizzato il prossimo 12 luglio nel Campus di San Giovanni a Teduccio a Napoli. Il Campus, nel corso degli ultimi anni, dopo il primo insediamento nel 2016 della Apple Academy (l’unico centro di sviluppo per “App” in Europa del colosso di Cupertino), è diventato un vero e proprio polo di riferimento in Italia nel campo dell’innovazione e fucina di talento e creatività.

Ed è proprio sull’innovazione e sull’imprenditoria giovanile che sta emergendo il quadro di un Sud che sta facendo passi da gigante e che cresce a ritmi superiori al resto del Paese: circa una start-up/ pmi innovativa su sei, infatti, opera nel Sud continentale (Campania, Puglia, Basilicata e Calabria), con una crescita anno su anno del 12,4% (superiore al dato Italia del +10,6%). In particolare, è la Campania che vanta il numero più rilevante di start-up e pmi innovative tra le regioni del Mezzogiorno, con Napoli che dal 2016 staziona stabilmente al terzo posto in Italia, dopo Milano e Roma, per numerosità di imprese.

Ma accanto alle luci emergono anche le ombre: secondo lo studio “EY Venture Capital Barometer” solo il 4% degli investimenti di Vc ha interessato start-up e scale up del Sud Continentale nel 2020. Una percentuale che si è ridotta al 1% nel 2021.

Le potenzialità del Sud

Per Annalisa Areni, Responsabile per il Sud di UniCredit Italia, “i dati evidenziano come il Sud sia un territorio con enormi potenzialità. Tuttavia, nonostante la creazione di fondi dediti agli investimenti in start-up e scale up innovative nel Sud Italia, i risultati nel Meridione risultano lontani da quelli raggiunti altre aree del Paese. L’ecosistema che si è creato intorno al campus di San Giovanni a Teduccio inizia a dare i suoi frutti, ma dobbiamo lavorare per consolidare questi risultati e alzare il tasso di innovazione al Sud, anche con eventi di progetti di open innovation e matching con investitori che possano sostenere l’imprenditoria giovanile, favorire la nascita di nuova impresa e creare nuova occupazione e anche attrarre investimenti al Sud”.

Un incontro, quello organizzato da UniCredit il prossimo 12 luglio, che sarà quindi un momento di connessione tra start-up e scale up del territorio con imprenditori locali e investitori, con l’intento di supportare i giovani startupper, ma anche a vantaggio di aziende locali e investitori che potranno così avere un più agevole accesso a competenze specialistiche supportandole nei loro processi di trasformazione digitale e sostenibile.

Le storie dietro Unobravo, Alfonsino e 1000 Farmacie

Alla presenza del Sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, di Valeria Fascione, Assessore con delega alla Ricerca, Innovazione e Startup, della Regione Campania e dell’imprenditore Danilo Iervolino, 9 tra start-up e scale up del territorio presenteranno le loro storie di successo e i loro piano di business ad una platea di circa 100 imprenditori e investitori.

Oltre alle già note storie di successo di “Alfonsino” (la piattaforma di food delivery che, a differenza dei principali player del settore, si rivolge principalmente ai centri abitati con popolazione compresa tra 50k e 200k persone), di “Unobravo” (la piattaforma online che consente di mettere in contatto virtualmente gli utenti con selezionati professionisti in psicologia allo scopo di offrire supporto psicologico online a prezzi accessibili) e di “1000Farmacie” (la piattaforma di digital healthcare che unisce le migliori farmacie italiane, con i rispettivi magazzini, per consentire agli utenti di scegliere tra un’ampia gamma di prodotti al prezzo migliore e riceverli direttamente a casa), durante la giornata avranno l’opportunità di presentarsi e raccontare i loro piani di sviluppo anche altre start-uprealtà tech (2Watch, Renoon, Develhope, Sensoria, MinervaS e Place2Be).

L’impegno di UniCredit nell’innovazione

“Il Sud Digitale” rappresenta di fatto il debutto dello “Spazio UniCredit Innovation Factory” che ha sede presso il campus dell’Università Degli Studi di Napoli Federico II a San Giovanni a Teduccio, circa 300 mq dedicati alla collaborazione con le realtà innovative del territorio con laboratori di ricerca, aula per convegni, attività didattica e di formazione, sale riunioni per sessioni creative e di brainstorming

All’interno di “Spazio UniCredit Innovation Factory”, presentato un anno fa nell’ambito del più generale investimento di UniCredit sulla città di Napoli, agirà il team di UniCredit Start Lab, la piattaforma di business e di accelerazione rivolta alle Start-up e pmi innovative italiane “Tech” ad alto potenziale, operanti nei settori Life Science, Clean Tech, Digital, Innovative Made in Italy e Impact Innovation. Tramite UniCredit Start Lab negli ultimi 8 anni sono stati analizzati più di 6.700 progetti imprenditoriali di nuova generazione e accompagnate 500 start-up verso percorsi di crescita aumentandone le opportunità di business, lo sviluppo dal punto di vista manageriale, e la visibilità sul mercato.

Tra i diversi servizi offerti, oltre quelli appunto di valutazione del progetto e servizi di training e di mentorship personalizzata, vi è anche quello di business e investment matching con controparti industriali e finanziarie clienti di UniCredit con l’obiettivo di facilitare partnership industriali, tecnologiche, commerciali, strategiche, nonché collaborazioni a vario livello.

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.