La guerra in Ucraina ha provocato 108 miliardi di dollari di danni alle infrastrutture

ricostruire Ucraina
(foto Pierre Crom/Getty Images)
Share

Questo articolo di Madeline Halpert è apparso su Forbes.com

Secondo uno studio della Kyiv School of Economics, l’invasione russa dell’Ucraina ha causato danni alle infrastrutture del Paese per 108,3 miliardi di dollari. Il ministero della Difesa ucraino ha stimato inoltre che la guerra ha lasciato 3,5 milioni di persone senza casa.

Aspetti principali

  • Secondo i ricercatori della Kyiv School of Economics, che hanno collaborato con diversi ministeri ucraini per condurre l’analisi, la guerra della Russia in Ucraina ha danneggiato o distrutto 105.200 automobili, 43.700 macchine agricole, 764 asili, 1.991 negozi e 634 strutture culturali.
  • Secondo il New York Times, il ministero della Difesa ucraino ha stimato che la guerra ha danneggiato almeno 140mila edifici residenziali, mentre la Kyiv School of Economics ha stimato che 114.700 case sono state danneggiate o distrutte.
  • Secondo lo studio, la guerra ha causato danni per 47,7 miliardi di dollari a condomini e case private.
  • I danni alle infrastrutture di trasporto, comprese strade e aeroporti, per ora ammontano a 31,6 miliardi di dollari.

In cifre

185 miliardi di dollari. Secondo i ricercatori, ammonta a questa cifra l’eventuale spesa per la riparazione dei danni alle infrastrutture.

Il costo umano

Secondo le Nazioni Unite, la guerra in Ucraina ha causato lo sfollamento di oltre otto milioni di persone, con oltre 6,5 milioni di persone che hanno attraversato i Paesi vicini tra cui Polonia e Moldova da quando la Russia ha iniziato la sua invasione a febbraio.

Il contesto

A maggio, secondo le stime del presidente ucraino Volodymyr Zelensky e un precedente studio della Kyiv School of Economics, l’invasione russa dell’Ucraina era costata al Paese quasi 600 miliardi di dollari. Gli attacchi missilistici russi hanno preso di mira e distrutto tonnellate di infrastrutture ucraine, comprese ferrovie, condomini e ospedali.

Sia gli alleati europei degli Stati Uniti che quelli dell’Ucraina hanno offerto miliardi di dollari in aiuti al Paese dall’inizio della guerra. L’amministrazione Biden ha annunciato lunedì che invierà altri 550 milioni di dollari in assistenza militare all’Ucraina, portando il totale degli aiuti statunitensi a oltre sette miliardi di dollari. All’inizio di questo mese, il primo ministro ucraino, Denys Shmyhal, ha presentato un piano di ripresa da 750 miliardi di dollari per ricostruire il paese dopo la fine della guerra. Zelensky ha esortato la comunità internazionale a partecipare al progetto.

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.