La startup che permette di prenotare le lezioni sportive con un solo click

Giovanni Ghigliotti
Share

Articolo tratto dal numero di settembre 2022 di Forbes Italia. Abbonati!

Un hobby trasformato in un’impresa innovativa. Nel tempo libero Giovanni Ghigliotti teneva lezioni di sci quando si è reso di quanto sia importante e personale la scelta di un maestro per il proprio sport. Un’intuizione che gli ha permesso di fondare LessonBoom, la piattaforma multisport che permette all’utente di prenotare lezioni sportive nella disciplina che desidera, con un solo click, dandogli la possibilità di scegliere con chi allenarsi, dove, quando e a che prezzo, potendo confrontare i servizi di varie strutture e professionisti.

La missione finale è quella di fare in modo che lo sport sia davvero a portata di tutti. “Abbiamo dato una soluzione a un problema del mondo dello sport”, racconta Ghigliotti, che dopo un master in digital marketing ha cominciato la sua carriera come marketing manager di una società del settore beauty. Oggi ricopre anche il ruolo di vicepresidente dell’associazione startup di Confcommercio Genova. Il funzionamento del portale è semplice: l’utente inserisce la propria posizione geografica, lo sport e la sottocategoria che vuole praticare, i giorni e gli orari e la piattaforma gli permette di costruire la sua lezione in base alle proprie necessità e desideri.

“Consentiamo ai singoli professionisti di valorizzare le proprie capacità: possono crearsi un profilo e mettere in risalto i propri punti di forza”, spiega. “Allo stesso tempo diamo anche la possibilità alle strutture sportive di mettere in vetrina i servizi offerti”. LessonBoom, finanziata da business angel e aziende, vanta un team operativo di soli under 35 ed è presente oggi in oltre 85 località italiane, con più di mille professionisti iscritti alla piattaforma. La startup è nata in un momento particolare per il mondo dello sci e l’economia che ruota intorno a esso: pandemia e cambiamenti climatici stanno mettendo a dura prova il settore.

“Tutto lo sport si fermato è lo sci è stato uno degli sport più penalizzato dai lockdown, con due stagioni di chiusure”, racconta. “Noi abbiamo deciso di andare avanti e abbiamo veicolato contenuti full digital come webinar, corsi di formazione e lezioni di virtual coaching. Ora dobbiamo affrontare il problema del clima in primis a livello istituzionale: bisogna avviare iniziative sostenibili e abbattere tutti i fattori inquinanti”. Nell’ultimo anno le strutture che operano sui ghiacciai francesi e italiani hanno chiuso la stagione estiva con anticipo, una scelta mai vista prima: “Un segnale allarmante che non possiamo ignorare”.

LessonBoom in questi tre anni ha acquisito quote di mercato importanti e si è contraddistinta per la sua semplice tecnologia e facilità di prenotazione, avvicinando molte persone al mondo dello sport. Un toccasana per un Paese sempre più sedentario, come evidenziato dal rapporto Il costo sociale e sanitario della sedentarietà, realizzato da Uisp e Svimez. “Penso che la nostra piattoforma dimostri come la tecnologia possa aiutare ad avvicinare i giovani allo sport”, dice Ghigliotti. “Tuttavia dobbiamo lavorare sulla cultura dei nostri studenti, abituarli a fare sport e praticare attività fisiche a partire dalle scuole primarie. Il rischio è quello di ritrovarci con conseguenze negative per la salute, la spesa pubblica e lo stile di vita della popolazione”, dice Ghigliotti.

Gli sport disponibili sulla piattaforma sono sci, snowboard, mountain bike, e-bike, fitness e gym, boxe, arti marziali e surf. Il team sta lavorando per integrare nuove discipline. “Vogliamo crescere sul mercato italiano e abbiamo grossi progetti”, conclude. “A livello personale sto anche portando avanti nuove iniziative focalizzate principalmente sulla formazione: voglio aiutare le nuove startup e far diventare Genova un ecosistema di innovazione riconosciuto a livello nazionale”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.