700 cavalli al prezzo di oltre 1 milione di euro: ecco la supercar ceca Praga Bohema

Praga Bohema
Share

La Praga è un’azienda automobilistica ceca nata nel 1907 come risultato della fusione di due officine meccaniche. Un marchio con oltre un secolo di storia e con tanti anni di esperienza nelle corse moderne. Esperienza che la compagnia ha deciso di racchiudere nella sua nuova supercar chiamata Bohema, che sarà prodotta in un numero limitato di esemplari.

Ad alimentarla una versione modificata del V6 biturbo da 3,8 litri della Nissan GT-R. Il motore viene spedito direttamente dal Giappone al Regno Unito per essere modificato dall’azienda specializzata Litchfield. L’intervento più importante eseguito è la trasformazione del sei cilindri a carter secco, che consente di abbassare il baricentro dell’auto, oltre a garantire una lubrificazione costante. Il tuner provvede poi ad aggiungere i propri turbocompressori così da rendere il propulsore più affidabile e spingere la potenza fino a 700 CV a 6.800 giri/min e 724 Nm di coppia tra 3.000 e 5.000 giri/min. Gli scarichi in titanio migliorano il suono del motore, e il cambio è di tipo sequenziale a 6 rapporti, con frizione robotizzata.

Il motore e il cambio sono montati in modo indipendente rispetto alla monoscocca in fibra di carbonio, progettata grazie alla grande esperienza della Praga in pista. Alla monoscocca sono fissati i pannelli della carrozzeria, anch’essi in fibra di carbonio. I team di ingegneri e progettisti hanno lavorato fianco a fianco nella galleria del vento di un team di F1 per garantire che l’auto fosse in grado di assicurare una deportanza di 900 kg a 250 km/h. Grazie a un peso inferiore a 1.000 kg la supercar scatta da 0 a 100 in meno di 2,3 secondi, mentre la velocità massima è di 299 km/h. 

Come molte auto da corsa, la Praga Bohema è dotata di ammortizzatori regolabili orizzontali di tipo push rod, mutuati dal mondo della Formula 1. Sono collegati a ruote a bloccaggio centrale da 18 pollici all’anteriore e da 19 pollici al posteriore. Nel complesso, gli ingegneri della Praga sono riusciti a limitare la massa non sospesa a 180 kg, a tutto vantaggio della guidabilità.

Per garantire che la vettura sia altrettanto valida in pista quanto su strada, la Praga si è rivolta all’ex pilota di F1 attualmente in forza nella IndyCar, Romain Grosjean. La casa automobilistica dichiara di puntare a ottenere gli stessi tempi sul giro di una vettura da corsa GT3.

La Praga costruirà 89 unità della Bohema. Un numero non casuale che celebra l’89° anniversario della vittoria della Praga alla 1.000 miglia di Cecoslovacchia nel 1933. I prezzi della supercar partiranno da 1,28 milioni di euro e la produzione dovrebbe iniziare nella Repubblica Ceca, nella seconda metà del 2023. L’azienda ha come obiettivo quello di costruire 20 Boheme all’anno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.