Investitori arabi per Credit Suisse: il principe saudita bin Salman pronto a mettere sul piatto 500 milioni di dollari

Mohammed bin Salman
Mohammed bin Salman (Photo by Leon Neal/Getty Images,)
Share

Nuovi investitori arrivano in soccorso di Credit Suisse. La banca svizzera infatti, dopo dei risultati non soddisfacenti negli ultimi trimestri, sta cercando nuovi capitali per riprendersi dalle difficoltà. A rispondere alla chiamata potrebbero essere nuovamente degli investitori arabi. Infatti, dopo l’ingresso nell’azionariato della Saudi National Bank (9,9% del capitale), in un aumento di capitale riservata a investitori istituzionali, è in corso la seconda parte della ripatrimonializzazione, che punta a raccogliere altri 2,24 miliardi di franchi, dopo gli 1,76 miliardi del primo round.

LEGGI ANCHEPerché Credit Suisse non sarà una nuova Lehman Brothers

L’investimento del principe saudita

Il principe ereditario saudita e primo ministro, Mohammad bin Salman, sarebbe in procinto di investire 500 milioni di dollari nella nuova banca di investimento di Credit Suisse. Secondo quanto riportato dal Wall Street Journal, oltre al principe saudita, anche la statunitense Atlas Merchant Capital, guidata dal banchiere Bob Diamond, vorrebbe partecipare alla ripatrimonializzazione con un altro mezzo miliardo di dollari. Credit Suisse aveva già dichiarato di avere accordi con un investitore al tempo anonimo per 500 milioni di dollari.

Chi è Mohammad bin Salman

Bin Salman è principe ereditario e primo ministro  dell’Arabia Saudita e ha preso il controllo del Paese.
Il padre Al Sud, re dell’Arabia Saudita, nel novembre 2017, ha condotto una “campagna anticorruzione” che ha portato all’arresto di molti sauditi di spicco, costretti a rinunciare alle loro fortune. Dopo questa vicenda, dieci miliardari sauditi sono stati cancellati dall’elenco annuale di Forbes dei miliardari del mondo. Il principe ereditario sarà il fulcro attorno al quale si muoverà la geopolitica mediorientale per la prossima generazione.

Inoltre, in qualità di presidente del Consiglio per gli Affari economici e di sviluppo dell’Arabia Saudita, bin Salman ha lanciato il piano “Vision 2030”, per rivitalizzare l’economia saudita e renderla potenza globale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.