Cambio generazionale in casa Leonardo: previste 600 nuove assunzioni e 400 prepensionamenti

leonardo
courtesy Leonardo
Share

Cambio generazionale in casa Leonardo. Nella giornata di ieri, la società italiana attiva nel settore dell’aerospazio, della difesa e della sicurezza, ha concluso positivamente un accordo con le organizzazioni sindacali che prevede il prepensionamento di circa 400 risorse del gruppo su base nazionale, e un programma di circa 600 nuove assunzioni.

Fatti principali

  • Ieri, Leonardo, società attiva nel settore dell’aerospazio, della difesa e della sicurezza, ha dichiarato in una nota di aver firmato un accordo con le organizzazioni sindacali che prevede il prepensionamento di circa 400 risorse del gruppo su base nazionale, e un programma di circa 600 nuove assunzioni.
  • Nel dettaglio, il prepensionamento – su base volontaria – avrà luogo nel corso del biennio 2023-2024 – e riguarderà quei dipendenti in forza alle funzioni corporate e di staff delle società Leonardo, Leonardo Global Solutions e Leonardo Logistics, che avranno raggiunto i requisiti pensionistici entro e non oltre il 30 novembre 2028. Generando, secondo l’azienda, avere un valore attuale netto (NPV – Net Present Value) positivo.
  • A fronte dell’effettiva realizzazione dei prepensionamenti, Leonardo si attende un contestuale processo di adeguamento delle competenze, prevedendo un programma di circa nuove 600 assunzioni, che sarà realizzato nello stesso biennio (2023-2024).
  • Le nuove assunzioni mirano “ad acquisire nuove competenze in linea con l’evoluzione dei processi aziendali e dei profili professionali e funzionali  al raggiungimento degli obiettivi di consolidamento ed evoluzione dei vari settori di business”, ha sottolineato l’azienda.

Le citazioni

“L’accordo sottoscritto oggi rappresenta un contributo decisivo nell’ambito del corporate value creation program di Leonardo. Un’iniziativa volta a raggiungere un più efficace posizionamento competitivo dell’Azienda nei propri mercati di riferimento, attraverso un rafforzamento delle nostre aree di diretto supporto al business, dove stiamo realizzando investimenti chiave, legati ad una chiara strategia di sviluppo tecnologico e di prodotto”, ha dichiarato Lucio Valerio Cioffi, direttore generale di Leonardo.

Soddisfatto anche Antonio Liotti, chief people & organisation officer di Leonardo: “Il piano di prepensionamento che abbiamo proposto alle organizzazioni sindacali si lega indissolubilmente al programma di assunzioni che servirà a portare a bordo della comunità Leonardo nuove competenze, in grado di supportare le sfide legate alla digitalizzazione, allo sviluppo di tecnologie e processi di produzione distintivi. Sfide che inevitabilmente richiederanno un significativo adeguamento del patrimonio aziendale di capacità professionali”.

Il 2022 in Borsa

Finora, il 2022 è stanno un anno positivo in Borsa per Leonardo. Dal 22 dicembre 2021 a oggi il titolo ha infatti guadagnato più del 27%.

Contesto

A inizio dicembre, anche UniCredit, per favorire il processo di ricambio generazionale ha stabilito 850 uscite volontarie e la contestuale assunzione di 850 persone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.