Continua formazione e partner di rilievo: così DreamsTeam è diventata un punto di riferimento per i viaggi di lusso

DreamsTeam-travel
Chiara Zampogna e Andrea Mereghetti, fondatori di DreamsTeam
Share

Articolo tratto dal numero di dicembre 2022 di Forbes Italia. Abbonati!

Le agenzie di viaggio sono morte, viva le agenzie di viaggio. Parafrasare la formula con cui, nella monarchia francese, si annunciava al popolo la morte del re e l’avvento del suo successore è più che mai appropriato in tempi in cui le ‘vecchie’ agenzie devono adoperarsi per resistere alla caduta del totem dell’intermediazione operato da internet.

L’importanza dell’esperienzialità

Una volta che i soggetti non più in grado di stare sul mercato hanno chiuso bottega, nell’epoca pre-Booking e simili aprire un’agenzia era considerato un profittevole ripiego, che richiedeva poche competenze, chi è rimasto sulla piazza ha, in un modo o nell’altro, trovato gli strumenti per restare a galla. Le agenzie di viaggio di oggi sanno bene, per esempio, che la cosiddetta ‘esperienzialità’ è divenuta importante almeno quanto la destinazione in sé.

Che disegnare il viaggio sui bisogni del singolo cliente è una delle chiavi per la fidelizzazione. Adattamenti a parte, gli operatori moderni che operano sulle nicchie hanno comunque potuto fare affidamento su una verità che resta, questa sì, immutabile: anche nel mondo dei viaggi, il segmento lusso è formato da persone disposte a pagare cifre notevoli di intermediazione pur di avere a disposizione un esperto cui rivolgersi per organizzare la vacanza.

DreamsTeam: artigianalità e personalizzazione del pacchetto 

È proprio in questo ramo sempreverde, il turismo di alta fascia, che è fiorito il business di DreamsTeam. Nata nel 2005 dall’idea di Andrea Mereghetti e di Chiara Zampogna, due professionisti del settore che desideravano creare un’agenzia di viaggi di lusso capace di diventare riferimento per il settore a livello nazionale e internazionale, DreamsTeam ha da subito delineato il suo campo e stabilito le regole del gioco: puntare sul concetto dell’artigianalità del pacchetto luxury travel e sulla sua personalizzazione estrema, per rivolgersi a un pubblico con alta capacità di spesa come, per esempio, quello del calcio.

Per raggiungere questo obiettivo, Mereghetti e la sua squadra hanno seguito due strategie. La prima: imbastire una fitta rete di collaborazioni con i migliori brand di lusso del mercato turistico e non. Tra questi spiccano nomi come Virtuoso, uno dei principali network globali di agenzie specializzate in viaggi di lusso ed esperienziali, affidato a consulenti che utilizzano le loro connessioni personali e la loro esperienza diretta per creare viaggi su misura con trattamento vip.

Ai clienti con budget cospicui che non disprezzano le trasferte più avventurose sono rivolti invece i pacchetti sviluppati in collaborazione con Kel12 National Geographic Expeditions, che disegnano esperienze come spedizioni navali in terre remote, traversate continentali a bordo di treni e giri del mondo in jet privato, sempre con il supporto di esperti e fotografi professionisti.

La seconda strategia investe il processo di formazione della squadra di DreamsTeam. Ogni travel designer incaricato viaggia periodicamente in tutto il mondo, per testare di persona destinazioni, strutture ricettive, esperienze e servizi da proporre ai clienti.

Il valore aggiunto dei travel designer è la specializzazione in precise aree geografiche e l’impiego, a seconda delle attitudini e delle competenze, in quattro divisioni diverse: DreamsTeam Exclusive Travel per i viaggi tailor-made, TaverViaggi per i viaggi guidati e il business travel, DreamsTeam Event per l’organizzazione di matrimoni ed eventi e DreamsTeam Concierge per le prenotazioni di ristoranti, spettacoli teatrali e servizi vari alla persona.

DreamsTeam guarda agli Stati Uniti e allo spazio 

“Grazie alla disponibilità pressoché costante dei nostri consulenti, alla loro conoscenza dei prodotti, al loro rapporto privilegiato con i clienti e i fornitori, DreamsTeam viene oggi considerata l’agenzia viaggi di lusso leader del mercato italiano”, rimarca Mereghetti.

“Siamo presenti con diversi uffici e lounge in tutto il nord e centro Italia: le Private Travel Lounge di Milano in Via Montenapoleone e di Torino in Piazza San Carlo, la filiale storica e sede amministrativa di Novara, le lounge di Carpi, Pordenone e Verona. Tra le numerose linee di sviluppo del gruppo c’è anche l’apertura, nel 2023, della prima filiale al di fuori del territorio italiano, negli Stati Uniti”.

Per rispettare le alte attese dei clienti, i travel designer che lavorano per DreamsTeam sono sempre alla ricerca di nuove destinazioni ed esperienze. Una delle ultime novità riguarda i viaggi spaziali, la futura frontiera del turismo di lusso. A questo proposito, Mereghetti spiega: “DreamsTeam è diventata una delle poche agenzie al mondo a essere stata selezionata da Virgin Galactic come partner di riferimento per l’organizzazione di viaggi nello spazio”.

Proprio lo scorso febbraio la società del miliardario inglese Richard Branson ha annunciato l’apertura della vendita dei biglietti per le sue navicelle, dando a chiunque la possibilità di garantirsi un posto sul volo spaziale. Per entrare in possesso del prezioso tagliando bisogna essere disposti a spendere 450mila dollari, di cui 150mila subito, a titolo di deposito.

Nel 2021 erano già stati venduti 700 biglietti allo stesso prezzo, ma solo chi si trovava in una ristretta lista d’attesa aveva avuto la possibilità di acquistarli. I voli spaziali di Virgin Galactic, che dureranno circa 90 minuti, dovrebbero partire nella primavera 2023 da Spaceport America, nel deserto del New Mexico. Avreste mai detto che sarebbe stato possibile acquistare i biglietti nell’agenzia vicino casa?

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.