Svelata la McLaren 750S, la supercar più potente e veloce del marchio

McLaren-750S
Share

Dopo sei anni dall’inaugurazione della 720S, la casa britannica colpisce ancora. La discendente è la McLaren 750S, nata per essere più potente e performante, ma anche più confortevole e più leggera.

A Woking l’innovazione non si ferma mai: grazie ai costanti sviluppi tecnologici e l’esperienza ormai secolare in Formula 1, il lignaggio inglese è sempre più vicino alla perfezione. Così la nuova super sportiva si presenta come la McLaren più leggera e potente mai prodotta in serie.

McLaren 750S, a cuor leggero

McLaren-750S

Trattandosi di un avanzato restyling per rimanere al passo con la concorrenza, il nuovo modello rimane fedele al precedente 720S: viene conservato il motore a 4 litri V8, l’iconico biturbo che non ha subito alcuna elettrificazione.

Ciò che cambia sono invece i numeri: da 720 CV si passa logicamente a 750 CV di potenza erogata e una coppia aumentata da 770 Nm a 800 Nm.

Ciò di cui la nuova McLaren si vanta è la leggerezza: il peso è infatti diminuito di 30 kg rispetto al modello precedente, una riduzione resa possibile grazie all’utilizzo della fibra di carbonio per componenti sia esterne, come i cerchi in lega, che interne, come i sedili. Il peso totale a secco è di 1.389 kg.

Un’aerodinamica da corsa

Le forme e superfici della 750S sono progettate per garantire un nuovo livello di efficienza aerodinamica: il paraurti anteriore è più ampio, le prese d’aria intorno ai fari sono più strette.

A completare l’opera, un alettone posteriore con il 20% di superficie in più realizzato in modo tale da adattarsi alla guida in corso: stabilizza la vettura nelle curve ad alta velocità, funge da DRS durante i rettilinei (sistema di riduzione della resistenza aerodinamica, utilizzato anche in Formula 1) e da freno aerodinamico per ridurre le distanze di arresto.

Piena integrazione tra auto e conducente

McLaren750S-Spider
Gli interni della versione Spider

La casa britannica intende raggiungere la piena integrazione tra auto e conducente. Questo obiettivo implica la semplificazione dei passaggi tra una configurazione di guida e l’altra.

Per questo c’è il McLaren Control System, che permette di memorizzare le preferenze distinte del pilota, dalle impostazioni aerodinamiche alla taratura di sterzo, fino al pieno controllo della risposta del motore. La McLaren 750S è disponibile anche in versione Spider e in un range di colorazioni ampio e personalizzabile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.