Lifestyle

Acciaio riciclato e oro etico: la produzione sostenibile per Chopard

Articolo tratto dal numero di giugno 2023 di Forbes Italia. Abbonati!

La sostenibilità è ormai un trend che domina molti settori. Nell’orologeria, una delle maison che da sempre coltiva questo valore è Chopard, primo brand del lusso che ha utilizzato l’acciaio riciclato per i suoi segnatempo. A tal proposito, una delle novità di quest’anno è il lucent steel per bracciali e casse di vari modelli.

L’acciaio lucent è prodotto con almeno l’80% di materiale riciclato, e la maison svizzera punta a raggiungere il 90% entro il 2025. Tale impegno consente all’azienda di ridurre significativamente l’impronta carbonica del suo acciaio: un altro traguardo importante verso la missione di sostenibilità intrapresa da tempo anche in gioielleria, seguendo rigorosi parametri disciplinari.

L’impegno di Chopard per una produzione responsabile

“Chopard è impegnata in un processo a lungo termine di approvvigionamento responsabile delle materie prime che rendono possibile la nostra attività”, ha spiegato il co-presidente Karl-Friedrich Scheufele. “Siamo fieri del lavoro svolto in soli dieci anni: grazie all’approvvigionamento etico dell’oro, iniziato progressivamente nel 2013 per utilizzare il 100% di oro etico nei nostri laboratori entro il 2018, seguito oggi dall’impegno a utilizzare l’80% di acciaio riciclato, ci stiamo avvicinando all’obiettivo di raggiungere una produzione completamente responsabile”.

    Chopard Happy Sport Acciaio Lucent Steel
    Chopard Alpine Eagle 41 XPS

Le proprietà del lucent steel

La ricerca della sostenibilità di Chopard non pregiudica la qualità o le proprietà dei materiali. Il lucent steel, infatti, è realizzato utilizzando scarti industriali di alta qualità provenienti da fabbricanti svizzeri di orologi e dall’industria medica, aerospaziale e automobilistica, attraverso un processo di rifusione.

E possiede tre caratteristiche uniche: è anallergico, più resistente all’abrasione del 50% rispetto all’acciaio tradizionale e riflette la luce in modo straordinario, grazie alla sua purezza e alla microstruttura cristallina omogenea. Tutti i fornitori hanno sede nel raggio di 1.000 km dal sito produttivo di Chopard, in Svizzera o nei paesi limitrofi come Italia, Austria, Francia e Germania, riducendo così le emissioni legate al trasporto dell’acciaio.

L’Happy Sport e altri modelli in lucent steel

Fra i modelli in lucent steel brilla il nuovo orologio Happy Sport con cassa da 25 mm, con materiale e formato inediti in sette declinazioni che alternano materiali, colori e cinturini, tra cui la nuova versione a doppio giro. Ma si distingue anche l’Alpine Eagle 41 Xps, sportivo ed elegante, dal design essenziale e dalla meccanica ricercata.

Il nuovo modello in acciaio riciclato da 41 mm ultrapiatto ha bracciale integrato e i piccoli secondi. Il movimento L.u.c 96.40-L, di 3,30 mm di spessore, è inoltre il risultato del lavoro dei maestri artigiani della manifattura Chopard. Non a caso, questo modello vanta doppia certificazione Cronometro e Punzone di Ginevra (sistema di controllo per tutelare gli orologi prodotti nella città svizzera, ndr), con 65 ore di riserva di carica grazie alla tecnologia Chopard Twin.