Seguici su
Life 4 Dicembre, 2019 @ 4:16

Coppa delle Alpi, parte la prima gara di auto storiche organizzata dalla Mille Miglia

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi
(1000miglia.it)

Fino al 7 dicembre si svolgerà la Coppa delle Alpi, la prima gara di auto storiche organizzata dalla Mille Miglia. I partecipanti si sfideranno lungo un percorso di 1.200 chilometri, attraverso alcuni dei paesaggi più belli dell’arco alpino e toccando quattro paesi. A fianco della corsa Mille Miglia dal 1988 in qualità di partner principale e cronometrista ufficiale ci sarà la maison ginevrina Chopard. Partita da Brescia, nel programma della Coppa anche una nuova gara di regolarità dove cinquanta auto storiche, costruite tra il 1919 e il 1976, si sfideranno lungo un percorso attraverso i paesaggi più incantevoli dell’arco alpino attraversando l’Italia, l’Austria, la Germania e la Svizzera (circa 1.200 chilometri di strada, suddivisi in 4 tappe: Bressanone, Seefeld, St. Moritz e Ponte di Legno).

Il co-presidente della maison Chopard, Karl-Friedrich Scheufele, partner storico della Mille Miglia tradizionale dal 1988 nonché grande appassionato delle Alpi e dei suoi straordinari paesaggi, non poteva quindi far mancare il suo sostegno a questa iniziativa che celebra la passione per l’automobilismo, la passione per le sfide e la ricerca estetica.

Al terzo giorno di gara, gli equipaggi si daranno appuntamento al cocktail che si terrà presso la boutique Chopard di St. Moritz, per scoprire l’ultima collezione del marchio: Alpine Eagle. All’equipaggio vincitore, infine, che supererà per primo la linea d’arrivo a Ponte di Legno il 7 dicembre, saranno consegnati due segnatempo Alpine Eagle con quadrante grigio Bernina.

Video 29 Novembre, 2019 @ 4:58

Chopard in Italia raccontata dalla general manager Simona Zito

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi
Chopard Alpine Eagle Watch

In occasione di un evento speciale nello store fiorentino di Chopard per raccontare il nuovo orologio Alpine Eagle, nella puntata di mercoledì scorso le telecamere di Forbes Leader hanno incontrato Simona Zito, general manager della maison in Italia, che ha parlato di sostenibilità e del ruolo dei millennials oggi.

Life 28 Novembre, 2019 @ 11:01

Nella culla del Rinascimento per un evento speciale insieme a Chopard

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi
CHOPARD ALPINE EAGLE
Forbes Italia e Chopard hanno illuminato la culla del Rinascimento italiano per un evento speciale a Firenze. Location d’eccellenza, che ha ospitato la serata “L’Artigiano delle emozioni”, è stata la boutique di Via De Tornabuoni, dove la maison svizzera ha esplorato gli elementi tipici del suo Dna quali manifattura, tradizione, innovazione e sostenibilità. Un momento di incontro orchestrato dal direttore di Forbes Italia, Alessandro Rossi e da Simona Zito, general manager di Chopard Italia, che nel corso dell’evento hanno introdotto speaker di rilievo tra cui Flavio Ghiringhelli, country manager di Emirates, Elia Fredducci, direttore marketing de Il Borgo Cashmire, Alessandro Maia Ferreri, ceo di The Style Gate e Mimma Posca, docente Sda Bocconi, che hanno tratteggiato, ciascuno a seconda delle proprie esperienze, i concetti di tempo, ricerca della qualità e impegno. Gli stessi elementi che raccontano il nuovissimo orologio Chopard, Alpine Eagle, protagonista della serata.

Una creazione, l’ultima di Chopard, definita infatti the rebirth of a watch icon perché riprende un modello iconico degli anni ’80, il Saint Moritz, e lo attualizza attraverso l’uso di un acciaio speciale brevettato, il Lucent Steel A223, attraverso la cura maniacale dei dettagli e soprattutto, attraverso una storia di impegno e passione che questa volta porta la maison elvetica sulle Alpi. Alpine Eagle è infatti associato per nomi e per missione alla fondazione Eagle Wings, di cui Karl Friedriche Scheufele, co- presidente di Chopard, è membro fondatore, che lotta per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla drammatica situazione del microclima montano e su come i cambiamenti climatici stiano ormai scompaginando equilibri secolari.

Style 21 Giugno, 2019 @ 2:21

Chopard e Fondazione Andrea Bocelli firmano un progetto sociale a Pitti Bimbo

di Roberta Maddalena

Staff writer, Forbes.it

Scrivo di moda, viaggi, arte e nuove tendenze.Leggi di più dell'autore
chiudi
bambini matite fogli
(Courtesy Chopard)

La moda riscopre il suo lato sociale. E nella cornice dell’89esima edizione di Pitti Bimbo, in scena a Firenze fino a domani, porta sotto i riflettori un progetto dedicato alla ricostruzione della nuova scuola di Muccia, colpita nel 2016 da un terremoto. Complici dell’iniziativa solidale sono Chopard e Fondazione Andrea Bocelli (ABF) che hanno presentato una mostra fotografica dal titolo MUCCIA: THE NEW SCHOOL OF TOMORROW – EMPOWERING PEOPLE AND COMMUNITIES: una raccolta di immagini e suggestioni che indagano il precorso di ricostruzione della scuola primaria e dell’infanzia “E. De Amicis”, che sarà inaugurata il prossimo 26 giugno.

bracciale cuore verde
Bangle Happy Heart Collection

Il gioiello simbolo della partnership è un bangle della Happy Hearts Collection, un bracciale in oro etico certificato e agata verde, che rispecchia i valori della maison svizzera da sempre vicina all’impegno solidale (da molto tempo sostiene progetti finalizzati al miglioramento delle condizioni di vita dei bambini). Chopard, marchio ginevrino di orologi e gioielli fondato nel 1860, è un’azienda di proprietà familiare e oggi rappresenta uno dei brand leader del settore dell’orologeria di lusso e della gioielleria. Da luglio 2018, ha rafforzato il suo impegno a favore della sostenibilità, utilizzando solo ed esclusivamente oro etico per tutti i suoi prodotti con un progetto chiamato “The Journey to Sustainable Luxury”.

La Fondazione Andrea Bocelli nasce nel 2011 per aiutare le persone in difficoltà a causa di malattie, condizioni di povertà ed emarginazione sociale promuovendo e sostenendo progetti in Italia e nei Paesi in via di sviluppo che favoriscano il superamento di tali barriere e la piena espressione del proprio potenziale.