È morto Riccardo Iovino, fondatore e ceo di EdiliziAcrobatica

Riccardo Iovino EdiliziAcrobatica
Share

Attraverso una nota, EdiliziAcrobatica ha comunicato che Riccardo Iovino, fondatore e amministratore delegato della società, è deceduto a 58 anni a causa di un malore improvviso.

“Riccardo”, si legge, “è stato un imprenditore straordinario e lungimirante, capace quasi 30 anni fa di intuire il potenziale di una tecnica che, mutuata dal mondo della vela e dell’alpinismo, poteva essere efficacemente applicata al mondo dell’edilizia: la doppia fune di sicurezza”.

La fondazione di EdiliziAcrobatica

Iovino, genovese con un passato da skipper, ha fondato EdiliziAcrobatica nel 1994 portandola a espandersi in diversi Paesi del mondo grazie ai peculiari lavori di ristrutturazione su esterni tramite la doppia fune di sicurezza.

“Da quando iniziò”, continua la nota, “lui primo e unico Acrobatico, dai vicoli di Genova, ha portato l’azienda a una doppia quotazione sui mercati finanziari, a essere diffusa oltre che in Italia, in Francia, Spagna, Principato di Monaco, Emirati Arabi, Arabia Saudita e Nepal, occupando stabilmente oltre 2200 persone”.

“Proseguiremo nella sua strada”

Quello che resta di Iovino sono il suo spirito che ha da sempre caratterizzato la sua azienda. “Sempre alla lungimiranza imprenditoriale di Riccardo Iovino“, si legge ancora, “si deve un’azienda organizzata e strutturata con un management pronto a portare avanti il sogno del suo fondatore. Per questo oggi, pur nel dolore profondo che stiamo vivendo, siamo pronti a proseguire su quella strada che Riccardo aveva aperto indicando anche i prossimi obiettivi che siamo certi di raggiungere, esattamente come lui voleva. L’eredità di Riccardo Iovino è EdiliziAcrobatica, l’azienda che 30 anni fa ha iniziato a rivoluzionare il modo di fare edilizia nel mondo e che non verrà mai meno a questa missione”.

Dopo la notizia il titolo in Borsa ha subito un forte calo arrivando a perdere il 14,87%, per essere poi sospeso in volatilità. Il Consiglio di Amministrazione ha reso noto che si riunirà a breve per definire i prossimi
passi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it CLICCANDO QUI .

Forbes.it è anche su WhatsApp: puoi iscriverti al canale CLICCANDO QUI .