EdiliziAcrobatica

Share

EdiliziAcrobatica è stata fondata nel 1994 dallo skipper genovese Riccardo Iovino, appassionato di mare, vento e grandi altezze. In una giornata di sole, sceso dalla barca, ha deciso di aiutare un amico e provare a sostituire una grondaia usando quella stessa tecnica della doppia fune di sicurezza che aveva appreso arrampicandosi sugli alberi delle barche a vela. Quel gesto di Riccardo Iovino, pagato con una bottiglia di vino rosso, fu l’inizio della più grande rivoluzione nel settore dell’edilizia avvenuta nel nostro Paese. Nel 2007 Anna Marras, esperta in selezione e formazione di risorse umane, è entrata in società con Iovino. Nel novembre 2018 EdiliziAcrobatica si è quotata sul segmento Aim Italia di Borsa Italiana e nel febbraio 2019 è sbarcata su Euronext Growth. I due soci di EdiliziAcrobatica dal 2019 hanno avviato un progetto di internazionalizzazione dell’azienda, che l’ha portata all’acquisizione di Etair, un’azienda di Perpignan, nel sud della Francia, specializzata nello stesso settore.

CONTATTI

Viale Brigate Partigiane 18/2°
Genova
Tel. 800.300.833
Email: [email protected]

Personaggi ed interpreti

Riccardo Iovino è fondatore e amministratore delegato di EdiliziAcrobatica. In precedenza, ha lavorato come direttore sviluppo mercati esteri di Delta Partners a Lugano. Nel 1994 ha fondato EdiliziAcrobatica. Sul tema, ha dichiarato: “Non esiste l’impossibile, quando esiste una determinazione incrollabile. Quando raccontavo ai miei amici di voler rivoluzionare il mondo dell’edilizia, eliminando i ponteggi e le impalcature in favore della doppia fune di sicurezza, mi dicevano che ero matto, che non ce l’avrei mai fatta. Ma io sapevo, sentivo, ero certo che la mia idea era quella giusta”

Il punto forte

EdiliziAcrobatica oggi è l’azienda leader in Italia e in Europa nel settore dell’edilizia operativa in doppia fune di sicurezza. Grazie alla sua tecnica innovativa, che trae origine dalle tecniche di arrampicata, è in grado di effettuare lavori di ristrutturazione, messa in sicurezza, imbiancatura e molto altro ancora, in tempi rapidi e con un metodo sostenibile. La società infatti non utilizza i ponteggi, cosa che mette riparo i clienti da possibili incursioni dall’esterno e permette loro, durante le giornate di cantiere, di continuare ad aprire le finestre e accedere al balcone.

Share
Contenuto precedente
Contenuto successivo