Skin

EY, leader mondiale nei servizi professionali di revisione e organizzazione contabile, assistenza fiscale e legale, transaction e consulenza, è stata una delle prime società di servizi professionali a diventare carbon negative, ovvero a ridurre e compensare le proprie emissioni e a rimuovere dall’atmosfera più carbonio di quello che emette a livello globale, con l’obiettivo di essere net zero entro il 2025. A livello italiano, l’organizzazione ha sviluppato il proprio Piano Strategico di Sostenibilità, con obiettivi ambiziosi e completamente misurabili attraverso target quantitativi. Obiettivi che includono politiche volte a favorire la diversità, l’equità e l’inclusione in azienda con risultati tangibili, quali l’eliminazione del gender pay gap anche nel settore tech e la garanzia di pari opportunità di acceso. Inoltre, EY è da sempre impegnata a sostenere e affiancare le imprese (circa 3 mila nel FY21) nel loro percorso di trasformazione e accelerazione in ottica di sostenibilità che oggi, oltre a includere questioni ecologiche e ambientali, riguarda sempre più direttamente il settore economico-produttivo e più in generale la società intera: sustainability is everybody’s business.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it CLICCANDO QUI .

Forbes.it è anche su WhatsApp: puoi iscriverti al canale CLICCANDO QUI .

CONTATTI

Sede: Via Meravigli 12-14, Milano
Telefono: +39 02722121
Email: [email protected]

OBIETTIVI
Obiettivo 1
Obiettivo 3
Obiettivo 4
Obiettivo 5
Obiettivo 8
Obiettivo 10
Obiettivo 12
Obiettivo 14
Obiettivo 15
Obiettivo 17
Personaggi ed interpreti

Partner di EY dal 2002, Massimo Antonelli è ceo di EY in Italia e Chief Operations Officer per la region EY Europe West. Ha dichiarato: Per un’azienda essere sostenibile significa integrare la sostenibilità nel proprio business, ovvero ripensare e ridefinire la strategia oltre ai processi, per guidare il cambiamento e rispondere ai nuovi bisogni e alle aspettative del mercato e della società con l’obiettivo ultimo di aumentare la competitività e di sostenere nel tempo la crescita.

Il punto forte

I pilastri della strategia di sostenibilità di EY in Italia sono: rendere più sostenibile il Paese (social value), integrare la sostenibilità nel modo di lavorare con fornitori e clienti (client value), far crescere le persone di EY (people value). I professionisti hanno l’opportunità di partecipare a progetti di wellbeing e offrire il proprio supporto a beneficio delle comunità attraverso il volontariato di competenza: una serie di progetti chiamati EY Ripples, grazie ai quali mettere a disposizione il proprio talento e la propria esperienza per affrontare le sfide attuali. In Italia EY mobilita ogni anno più di 1.000 volontari. L’ambizione è avere - attraverso gli EY Ripples - un impatto positivo sulla vita di 1 miliardo di persone entro il 2030 a livello globale (nel FY22 sono state influenzate positivamente 27 milioni di vite).

Contenuto precedente
Contenuto successivo