Intred

Share

Per Intred, operatore di telecomunicazioni e fornitore attraverso un’infrastruttura proprietaria di servizi dati e voce nata nel 1996, parlano i numeri: 140 addetti qualificati, 45 milioni di capex (investimenti in capitale fisso) a partire dalla fondazione dell’azienda, 35,5 milioni di fatturato nel 2020 e un tasso di soddisfazione dei clienti del 90%. Attraverso la disponibilità di una rete in fibra ottica di oltre 3.600 chilometri diffusa sul territorio lombardo, Intred è in grado di fornire a clienti business e retail una connettività in banda larga, ultralarga, wireless, telefonia fissa, servizi cloud e servizi accessori correlati. La recente acquisizione della società bergamasca Qcom le permette di ampliare e sviluppare la rete in maniera ancora più capillare. Da sempre la ricerca di personale è orientata su risorse specializzate nella propria area di competenza e l’80% dei collaboratori di Intred ha meno di 40 anni. Dal 2018 la società è quotata su Borsa italiana.

CONTATTI

Via P. Tamburini 1 - Brescia
Tel. 030 7280000
Email: [email protected]

Personaggi ed interpreti

Daniele Peli è l’amministratore delegato di Intred. Dopo il diploma di perito tecnico industriale, nel 1984 è entrato nel gruppo Sol S.p.A. come tecnico commerciale presso la filiale di Brescia. Nel 1988 è stato trasferito presso la sede di Monza per coordinare lo sviluppo del settore Home Care nelle filiali del gruppo nel nord Italia. Nel 1990 è passato alla divisione internazionale con il compito di avviare e sviluppare il settore Home Care nei principali paesi europei (Belgio, Olanda, Lussemburgo, Germania, Francia, Austria, Croazia e Slovenia). Nel 1996 ha lasciato il gruppo Sol per fondare Intred con altri due soci.

Il punto forte

La ricerca tecnologica avanzata è alla base del lavoro di Intred e la costante fonte di ispirazione che l’ha fatta diventare una realtà affermata, che sviluppa vantaggio competitivo e promuove nuova crescita per i propri clienti offrendo soluzioni all’avanguardia e ritagliate su esigenze effettive. La società crede fortemente nel binomio tecnologia e sviluppo: l’innovazione determina un progresso sociale, così come ogni strumento di comunicazione rivoluziona il modo di interpretare la realtà, di fare business e di relazionarsi.

Share
Contenuto precedente
Contenuto successivo