Lostè Café

Share

Il progetto Loste Café nasce a Copenaghen nel 2018 inizialmente come ristorante, con l’idea di Lorenzo Cioli e Stefano Ferraro di rientrare dopo tanti anni in Italia e realizzare un’idea di locale che sarebbe stato “il posto dove avrebbero voluto trascorrere le loro serate”. Due fattori sopraggiunti – da un lato la pandemia, dall’altro la location milanese trovata dopo numerosi tentativi – fanno virare i piani verso un progetto alternativo, ovvero una caffetteria pasticceria. Per elevare il concetto di bar all’italiana, il focus è su prodotti di qualità estrema, ricerca sul caffè e cura nei dettagli. Ecco quindi che Loste Café offre colazione con paste fresche prodotte ogni giorno, speciality coffee, pranzo e una selezione di vini, il tutto impreziosito dal know how e dalla personalità che i due titolari riescono a trasmettere nei pochi minuti di interazione con i clienti. L’obiettivo di Lorenzo e Stefano è quello di offrire un’esperienza unica, “in quanto dettata dalla nostra visione e dal nostro approccio. Vogliamo accogliere i clienti come vorremmo essere accolti noi nella nostra caffetteria preferita. Paste dolci sfornate fresche la mattina, ma anche focacce e preparazioni salate, un caffè oppure un bicchiere di vino e soprattutto un gran sorriso”.

CONTATTI

via Francesco Guicciardini,3 - Milano
Telefono: 02 45375475

Personaggi ed interpreti

A guidare Loste Café sono due talenti italiani maturati fuori dai confini nazionali, Stefano Ferraro (nella foto, a destra) e Lorenzo Cioli. Il primo vanta 12 anni di esperienza nei migliori ristoranti al mondo, tra cui i 5 anni trascorsi al Noma di Copenaghen come capo pasticcere. Il secondo, invece, si è formato anch’egli all’estero, sempre a Copenaghen, tra il Noma (negli ultimi 6 anni), il ristorante 108 e l’Iluka, dove è stato capo sommelier.

Il punto forte

Non è facile trovare un pezzo dolce che spicchi rispetto agli altri, con una produzione di pasticceria così variegata e di qualità. Ma gli habitué di Loste Café non sembrano avere troppi dubbi nell’individuare nel Cardamomo il prodotto di punta della pasticceria milanese. Viene realizzato con un impasto laminato con burro al cardamomo, poi glassato con uno sciroppo al caffé e condito con una scorza d’arancio.

Share
Contenuto precedente
Contenuto successivo