Modiano

Share

La capacità di mantenere una perfetta integrità nonostante condizioni d’uso stressanti. E attenzione, perché le carte di plastica hanno un enorme mercato in Cina. È questa in sintesi estrema la mission di Modiano Industrie Carte da Gioco ed Affini, azienda icona nella produzione di carte da gioco, dal poker alla briscola passando per il bridge, cartellonistica, carte da tarocco e da giochi da tavolo. Tanto per un’azienda che è un fiore all’occhiello di Trieste, esporta in tutto il mondo quasi 15 milioni di pezzi all’anno tra Europa, Cina e Stati Uniti d’America dove il mercato del tarocco è in fortissima crescita. Il fatturato si aggira attorno ai 14 milioni di euro l’anno, la produzione è tutta italiana come d’altronde il preziosissimo archivio dei disegni delle carte, 150 anni di pezzi che hanno un valore immenso tanto che i concorrenti di mercato a più riprese hanno provato ad acquisire il marchio solo per la sua fama, ricevendo sempre un “no” secco da parte della proprietà, la famiglia Crechici dal 1988. Insieme ad altre icone del made in Italy, l’azienda è stata inserita nel Registro dei marchi storici d’interesse nazionale, istituito dal Ministero dello Sviluppo Economico presso l’Ufficio italiano brevetti e marchi.

CONTATTI

Via Travnik 21
San Dorligo della Valle (Ts)
Tel. 0403893111
Email: [email protected]

Personaggi ed interpreti

La Modiano Industrie Carte da Gioco ed Affini è stata fondata nel nel 1868 affermandosi ben presto nel mondo per aver realizzato manifesti a grandi società (come il Lloyd austriaco) e simbolo della cartellonistica italiana. Nel 1988 questa icona dell’industria triestina e italiana viene acquisita dalla società Grafad della famiglia Crechici che ha dato continuità alla proprietà triestina dei Modiano. Oggi il navigatore di Modiano è ancora l’avvocato Stefano Crechici, presidente dell’azienda a cui ha dato una dimensione internazionale. È al timone dal 2002.

Il punto forte

Modiano non è solo carte da gioco, ma c’è da dire che principalmente lo è visto che in Europa ci sono solo due concorrenti sul mercato (Piatnik Vienna e la belga Carta Mundi). La carta più pregiata prodotta è senza dubbio quella plastificata, nel mondo dei casinò, perché è difficile segnarla. La carta standard è fatta di una materia prima molto pregiata. L’altro pezzo forte è l’archivio molto fornito e che esiste da 150 anni. Il disegno delle carte da gioco e le figure, compreso il jolly, non si cambia. I casinò usano disegni geometrici che restano immutati. I colori dei mazzi sono sempre rosso e blu.

Share
Contenuto precedente