Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella

Share

Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella di Firenze è una delle più antiche officine farmaceutiche del mondo, creata dai frati domenicani nel 1221 e aperta al pubblico dal 1612 per la preparazione e vendita di rimedi medici naturali e profumi. Esperienza mantenuta nel corso dei secoli e che negli ultimi anni si è ampliata agli universi della cosmesi, delle fragranze e dei prodotti per il benessere. Oggi può contare su oltre 600 prodotti tra fragranze, cura viso e corpo, ma anche profumi per la casa e liquori. La produzione è situata alle porte della città di Firenze e si avvale di oltre 100 dipendenti. Nel 2020 c’è stata una diminuzione del 27% dei ricavi (passando da 31,1 a 22,6 milioni di euro) causa contrazione del retail diretto dovuto alla situazione pandemica. Nel settembre 2020 Italmobiliare ha perfezionato l’acquisto del 60% del capitale della società. L’operazione ha comportato un esborso pari a 120 milioni di euro per Italmobiliare che ha incrementato la propria quota nella società all’80%.

CONTATTI

Via Reginaldo Giuliani 163 - Firenze
Tel. 0555324343
Email: [email protected]

Personaggi ed interpreti

Dal settembre 2020 alla guida dell’azienda c’è Gian Luca Perris, cioè da quando la società di investimento Italmobiliare ne ha acquisito la maggioranza. Alla presidenza dell’azienda c’è invece Carlo Pesenti, consigliere delegato di Italmobiliare.Il nuovo amministratore delegato Gian Luca Perris ha mantenuto i valori fondanti dell’azienda e questa scelta è stata fondamentale per reggere l’urto della pandemia: cura per le persone, salute, benessere e comunità sono tornati al centro del progetto. Si è quindi conservata e sviluppata la velocità del digitale dell’ecommerce, e si è puntato ancora di più sulla comunicazione dei social.

Il punto forte

Pandemia e lockdown in tutto il mondo hanno penalizzato la vendita diretta degli oltre 600 prodotti distribuiti in oltre 300 punti vendita, negozi di proprietà e corner presenti in Europa, Usa e Apac (principalmente Sud Corea e Giappone), che da sempre è stato il quid in più dell’azienda. Questa situazione ha costretto Officine Profumo a indirizzarsi e rafforzare sempre di più la vendita tramite l’e-commerce e proprio grazie a questa scelta si è retto alla riduzione dei ricavi derivante dalla chiusura obbligata dei negozi diretti. L’obiettivo futuro è quello di essere presenti a breve – fisicamente – sul mercato cinese.

Share
Contenuto precedente
Contenuto successivo