Nhood

Share

La società internazionale Nhood nasce per sviluppare nuovi quartieri e nuovi luoghi di vita in aree da riqualificare, con un triplo impatto positivo: sulle persone, sul pianeta, sul profitto; si occupa di servizi immobiliari destinati a usi differenti, spazi pensati per migliorare la qualità della vita di chi li abita con alla base il modello della città dei 15 minuti. Dentro e fuori l’azienda, il suo impegno verso la sostenibilità si concretizza anche nella collaborazione con partner che migliorano l’urbanistica dei quartieri o che favoriscono la diffusione della mobilità dolce, e nella promozione di un welfare aziendale sempre più inclusivo e attento. Ne sono esempio le iniziative dedicate ai dipendenti, come il bonus per baby sitter o per la scuola. Lavora per una cooperazione virtuosa tra pubblico e privato e per creare un valore condiviso: molte attività, come hub vaccinali, ludoteche, ambulatori, biblioteche, sono nate in risposta alle esigenze del territorio.

CONTATTI

Contatti: Galleria Buenos Aires, 8/12, ingresso via Masera, Milano – Tel. 02 50030336
Email: [email protected]

OBIETTIVI
Obiettivo 4
Obiettivo 5
Obiettivo 9
Obiettivo 13
Personaggi ed interpreti

Presidente e amministratore delegato di Nhood in Italia e in Ucraina è Marco Balducci, che dice: “Il mondo in cui vivremo domani deve essere migliore di quello in cui viviamo oggi. Per questo abbiamo lanciato in Italia un piano quinquennale per destinare 2,5 miliardi di euro alla riqualificazione di asset e aree urbane: investiamo per creare valore in maniera sostenibile, promuovendo la prossimità, la cultura e l’inclusione”.

Il punto forte

Sono 40 i progetti in via di sviluppo, come l’inaugurazione della stazione Vialia Vigo in Spagna e la riqualificazione di Piazzale Loreto a Milano, il progetto vincitore del bando internazionale C40 Reinventing Cities con Nhood a capo di un team di specialisti. Questo nodale crocevia della città diventerà una nuova piazza a cielo aperto, costruita coinvolgendo la comunità locale. Il suo nome è Loc, sta per Loreto open community, una comunità aperta. Mostre, concerti, spazi culturali e di aggregazione, proposte per il food e intorno 500 alberi ad alto fusto. Una piazza che genererà oltre 250 milioni di euro a beneficio della comunità.

Share
Contenuto precedente
Contenuto successivo