Schenk Italian Wineries, con una produzione di 55 milioni di bottiglie e un fatturato aggregato del Gruppo di oltre 140 milioni di euro, si conferma tra le realtà vitivinicole più significative e solide d’Italia. Fondata nel 1952 a Reggio Emilia, nel 1960 l’azienda ha trasferito la propria sede in Alto Adige a Ora, dove è nata la prima cantina legata al territorio di produzione, la Kellerei Auer (Cantine di Ora). Da allora, sono stati investiti impegno e risorse nelle regioni italiane maggiormente vocate alla coltivazione della vite, con l’obiettivo di esprimere la ricchezza di ogni territorio attraverso vini di qualità e carattere, ottenuti con un’attenzione particolare verso l’ambiente. Nell’ultimo triennio l’azienda ha investito oltre 10 milioni in materia di sostenibilità e potenziamento degli impianti produttivi. Schenk Italian Wineries, avvalendosi di uno staff di agronomi ed enologi altamente qualificati e legati al territorio di produzione, e di un controllo qualitativo costante, certificato annualmente dagli enti IFS e BRC, è in grado di produrre e proporre vini di qualità superiore, espressione di ciò che solo l’Italia può offrire.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it CLICCANDO QUI .

Forbes.it è anche su WhatsApp: puoi iscriverti al canale CLICCANDO QUI .

CONTATTI

Sede: via Stazione 43, 39040 Ora (Bolzano)
Telefono: 0471803311

OBIETTIVI
Obiettivo 4
Obiettivo 5
Obiettivo 6
Obiettivo 7
Obiettivo 8
Obiettivo 9
Obiettivo 12
Obiettivo 13
Obiettivo 15
Obiettivo 16
schenk
Personaggi ed interpreti

Daniele Simoni è un leader esperto con una vera storia di successo nell’industria vitivinicola. Con oltre 42 anni di esperienza nel settore, è CEO di Schenk Italian Wineries dal 2000 e direttore generale della Schenk Holding dal 2023. Nel corso degli anni ha lavorato per ampliare il Gruppo con l’acquisizione delle Cantine Bacio della Luna a Vidor, Lunadoro a Montepulciano e delle Tenute Masso Antico in Salento, rendendo Schenk Italia un’azienda di successo a livello nazionale e internazionale, con esportazioni in oltre 50 Paesi in sei continenti.

Il punto forte

Nel 2020, Schenk Italia è stata una delle prime aziende italiane a ottenere la certificazione Equalitas. Questo rappresenta un percorso virtuoso verso la sostenibilità aziendale da parte di tutti gli stakeholders. Si tratta di un impegno concreto che si traduce in un costante miglioramento, con verifiche periodiche per assicurare il mantenimento degli standard. Inoltre, per i vigneti di Lunadoro in Toscana e Masso Antico in Puglia, è stato completato il processo di conversione al metodo di coltivazione bio, promuovendo così una produzione sostenibile. Questi sforzi dimostrano l’impegno di Schenk Italia nel contribuire a un futuro più verde e responsabile nell’industria vitinicola.

Contenuto precedente
Contenuto successivo