Taki Off

Share

Recentemente inaugurato nel cuore di Roma, è il nuovo format che unisce Oriente e Occidente e dove dirige le danze in cucina lo chef Massimo Viglietti. Molto più di un ristorante, novità assoluta nello scenario capitolino, Taki Off è un progetto rivoluzionario per vivere un’esperienza sensoriale immersiva in cui i sapori e gli ingredienti giapponesi incontrano la cucina italiana. Secondo la più contemporanea visione gastronomica, il menu del pluristellato chef racconta storie colte, raffinate e coinvolgenti su prodotti, profumi, sakè e vini. I piatti sono pensati come singoli frame di una storia e l’ampia scelta permette di vivere e sperimentare ogni volta un film diverso, dimostrando come il gusto orientale possa sposarsi con successo con i migliori prodotti nostrani. Il locale è un microcosmo che riproduce con maestria e passione l’atmosfera del Giappone, dall’arredamento alla musica, dall’acqua alla luce, alle piante, dal cibo alle persone che lo animano. Colori scuri in contrasto con sapienti giochi di luci creano un ambiente rilassato e ‘zen’ che evoca le lontane terre d’Oriente.

CONTATTI

Via Marianna Dionigi 62 - Roma - Tel. 06 3201750
Taki.it

In primo piano

Approdato pochi anni fa a Roma dal Palma di Alassio (già due stelle Michelin) e premiato anche qui con la stella all’Enoteca Achilli al Parlamento, lo chef ligure Massimo Viglietti dopo avere conosciuto Yukari (con lui nella foto) e Onorio Vitti, decide di intraprendere con loro una nuova accattivante sfida. Dopo una breve sperimentazione culinaria con Taki Labò, nasce il progetto Taki Off.

Il punto forte

Giocare sul filo dell’armonia, utilizzando ingredienti con cotture e sapori diversi. Uno su tutti, la carne Wagyu, che proviene dalla Prefettura di Gifu, Alpi giapponesi, dove vengono allevati splendidi manzi di razza Tajima secondo un rigido disciplinare.

Share
Contenuto precedente
Contenuto successivo