Seguici su
Life 28 febbraio, 2019 @ 11:00

A Monaco nasce il nuovo quartiere per lo shopping di lusso

di Roberta Maddalena

Staff writer, Forbes.it

Scrivo di moda e tutto ciò che le gravita attorno.Leggi di più dell'autore
Nata in Sicilia, si trasferisce a Milano per studiare giurisprudenza ma soprattutto per inseguire la sua più grande passione: la scrittura. In precedenza ha collaborato con il quotidiano di Class editori MFFashion occupandosi di moda e finanza. Appassionata di romanzi gialli, musica jazz e cinema. chiudi
mare navi case
(shutterstock)

Il lusso fa gola al Principato di Monaco. Dopo 4 anni di lavori, infatti, alla presenza del Principe Alberto II di Monaco e della Principessa Charlène, è stato inaugurato nei giorni scorsi il quartiere One Monte-Carlo, nelle immediate vicinanze della famosa Place du Casino. L’obiettivo del nuovo progetto immobiliare e urbanistico è quello di coniugare un’offerta residenziale di fascia alta, shopping, gastronomia, cultura e affari a due passi dal cuore pulsante del Principato.

La promenade Cherlene del nuovo quartiere di Moncao One Montecarlo

Si tratterà, in particolare, di un’arteria pedonale alberata, intorno alla Promenade Princesse Charlène, costeggiata da 7 immobili che ospitano 37 appartamenti, 24 boutique di lusso e 9 piani di uffici. In primavera, inoltre, saranno svelati un innovativo concetto di ristorazione immaginato dallo chef stellato Marcel Ravin, Mada One, e un nuovissimo centro conferenze e eventi per un totale di 60mila metri quadrati di superficie.

Nel concept building anche largo spazio alla moda, di lusso. Con 24 boutique di lusso, 17 all’interno degli stessi edifici, sulla nuova Promenade Princesse Charlène e sull’avenue Princesse Alice, e altre 6 ubicate in avenue des Beaux-Arts  (spazio totalmente pedonale), Cartier, Louis Vuitton, Chanel e Fendi saranno solo alcune delle grandi maison presenti nella struttura.

persone tappeto rosso
Il principe Albert II e la Prinicpessa Charlene

“One Monte-Carlo sarà un formidabile motore di sviluppo delle nostre attività, un formidabile motore per il settore del gioco, alberghiero e della ristorazione. Grazie ovviamente ai suoi residenti, ma anche e soprattutto contribuendo a fare di Monaco una delle destinazioni più attrattive per tutti gli appassionati della grande arte del gioco e della grande arte di vivere”, ha detto Jean-Luc Biamonti, presidente delegato del gruppo Monte-Carlo Société des Bains de Mer, la più antica società del Principato di Monaco.

Un complesso residenziale che non ha esempi equivalenti a Monaco, con appartamenti da 60 m2 a 800 metri quadrati, piscine private e rifiniture di lusso. Ideato dallo studio Rogers Stirk Harbour + Partners, una delle grandi firme dell’architettura e dell’urbanismo contemporanei (ideatore insieme a Renzo Piano del Centre Georges Pompidou, Premio Pritzker 2007) e dall’architetto monegasco Alexandre Giraldi, One Monte-Carlo rispetta inoltre i requisiti ambientali più rigorosi. Il progetto ha ottenuto infatti il marchio europeo BREEAM, metodo di valutazione della sostenibilità leader a livello mondiale per i progetti di pianificazione generale. Sul tetto dell’immobile che ospita gli uffici sono installati ad esempio dei pannelli fotovoltaici di ultima generazione. Gli spazi esterni, progettati dal paesaggista Jean Mus, infine, sono stati progettati con l’obiettivo di creare un’isola libera al centro della città che favorisse la circolazione pedonale e la convivialità sociale.