Seguici su
Tecnologia 18 aprile, 2019 @ 11:09

I vip degli eSport: ora tocca a Will Smith, nel board della coreana Gen.G

di Massimiliano Di Marco

Staff

Tecnologia e altre cose.Leggi di più dell'autore
Scrive di tecnologia e di come sta cambiando il mondo del lavoro, dell'istruzione, dell'intrattenimento e dell'economia. Giornalista freelance già firma di International Business Times, Business Insider, Dday.it ed Eurogamer.it, si occupa di intelligenza artificiale, videogiochi, sicurezza informatica e realtà virtuale. chiudi
will smith
Will Smith (Shutterstock)

Anche l’attore Will Smith entra nel mondo degli esport. Il celebre volto di Hollywood ha partecipato a un turno di finanziamenti per la coreana Gen.G, che compete nei tornei di videogiochi come Overwatch, League of Legends e PlayerUnknown’s Battlegrounds. Durante il round sono stati raccolti 46 milioni di dollari. Tra gli altri investitori ci sono il calciatore giapponese Keisuke Honda (attraverso Dreamers Fund), l’Università di Stanford, il co-fondatore di MasterClass e Canaan Partners.

L’avvento di Will Smith, che sarà ora consigliere creativo e commerciale, rappresenterà un punto di contatto tra gli sport elettronici e il mondo dell’intrattenimento, ma Gen.G non è nuova a investimenti da parte di nomi noti. L’ex cestista dell’NBA Chris Bosh è già “mentore” degli atleti di Gen.G, supervisionando la loro attitudine agli allenamenti e consigliandoli dal punto di vista sportivo.

Le società asiatiche come Gen.G sono le più in vista. Regioni come Corea del Sud e Cina sono state tra i principali mercati a credere nella professione di videogiocatore professionista; in Cina tale posizione è stata ufficialmente riconosciuta. Usando le parole di Rick Yang, partner presso NEA, gli esport sono ormai “un fenomeno globale” che ha importanti ramificazioni in diversi ambiti commerciali.

Will Smith si unisce infatti a una fila già lunga di personalità note che hanno volute credere nel segmento degli sport elettronici. Alcuni esempi noti sono il rapper Drake, diventato co-fondatore di 100 Thieves, il pilota di Formula 1 Fernando Alonso, che ha fondato una propria squadra.

Secondo le stime di mercato i ricavi complessivi del settore supereranno per la prima volta il miliardo di dollari entro la fine del 2019, con oltre 453 milioni di spettatori che accorrono nei palazzetti o seguono gli eventi in diretta streaming su piattaforme come Twitch e YouTube.

 

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!