Chi sono i 50 uomini di marketing più influenti del mondo

riunione di marketing
(Shutterstock)
Share
riunione di marketing
(Shutterstock)

I Chief marketing officer di oggi plasmano i brand globali (e intere industrie) e spostano l’opinione pubblica su importanti questioni sociali. In breve, i Cmo sono diventati gli agenti di cambiamento più importanti nelle moderne organizzazioni aziendali.

In collaborazione con Forbes e LinkedIn, Sprinklr ha identificato per il 7° anno i 50 leader del marketing che esercitano la maggiore influenza a livello globale. I CMO più influenti del mondo 2019 è una classifica che delinea i migliori professionisti del marketing e sottolinea le più impressionanti (e influenti) iniziative di marketing dell’anno scorso.

Per valutare la loro influenza sono stati presi in considerazione tre diverse aree: l’azienda, il settore e l’ambiente socio-culturale. Secondo il report, “l’influenza esercitata da questi leader del marketing sta nel modo in cui si sintonizzano con le attitudini dei clienti e le tendenze del settore, traducendo un insieme sempre crescente di dati e input di marketing in una strategia coerente per la propria attività e spesso una visione per l’industria nel suo complesso”.

In cima alla lista per il terzo anno consecutivo c’è Keith Weed, che recentemente ha lasciato Unilever dopo 35 anni.  Dei 50 componenti della classifica, 28 erano già presenti l’anno scorso, mentre 22 sono new entry; 31 sono donne, 19 sono uomini. Dominano la classifica i Cmo delle società tech, con 17 rappresentanti su 50.

Ecco la classifica dei 50 Cmo più influenti del mondo nel 2019