Come l’Inter beneficerà dell’acquisizione di Carrefour China da parte di Suning

Zhang Jindong Inter
Zhang Jindong, presidente di Suning, in tribuna a San Siro durante una partita dell’Inter (Emilio Andreoli/Getty Images)
Share
Zhang Jindong, presidente di Suning
Zhang Jindong, presidente di Suning durante una partita dell’Inter in tribuna allo stadio San Siro di Milano. (Emilio Andreoli/Getty Images)

Mentre gli occhi di tifosi e addetti ai lavori sono focalizzati sugli inaspettati e ottimi risultati dell’Inter di Conte, un’operazione extra-calcistica sembra essere passata in secondo piano. Suning, il gruppo che detiene il 70% dell’Inter, ha ufficializzato ieri il perfezionamento dall’acquisizione di Carrefour China per la cifra di 620 milioni di dollari. L’affare non deve essere essere sottovalutato perché, oltre a dimostrare l’enorme potere di spesa della famiglia Zhang, potrebbe presto avere degli effetti sul club nerazzurro.

“Questo è un passo fondamentale nel piano di vendita al dettaglio di Suning”, ha detto Zhang Jindong, presidente di Suning Holdings Group. “L’esperienza FMCG di Carrefour e le capacità della catena di fornitura possono essere integrate con il modello retail di Suning, dotato di una solida rete logistica e di tecnologia avanzata. Suning può trasformare i negozi Carrefour in supermercati online e offline completamente integrati per soddisfare le esigenze sempre in evoluzione dei consumatori”.

Come spiega Chloe Beresford – esperta di business e sport – su Forbes.com, l’acquisizione potrebbe trasformarsi in un’operazione di marketing per la Beneamata. “I negozi già esistenti rimarranno operativi con il marchio Carrefour, ma comunque Suning aprirà altre 300 filiali”, scrive la giornalista. “La società venderà i propri elettrodomestici all’interno dei negozi e, in particolare, aprirà negozi sportivi con la merce dell’Inter al centro della scena”. Questa strategia multicanale consentirà all’Inter di diventare “un brand sempre più globale”, capace di aumentare il proprio seguito in Cina.

Questa notizia arriva parallelamente ad altre novità, stavolta prettamente calcistiche. Da un lato, i nerazzurri, insieme al Milan, hanno avviato le procedure che porteranno alla costruzione del nuovo stadio, che, non a caso, sarà circondato da un’area commerciale fortemente improntata sul retail. Dall’altro, Steven Zhang è stato eletto nel board dell’European Club Association: una nomina simbolo dell’influenza che il giovane presidente comincia ad acquisire nei tavoli che contano, dovrà potrà mostrare la sua “visione globale” del calcio.  “Se l’Inter dovesse continuare a lottare per lo scudetto”, spiega Chloe Beresford, “la popolarità del brand nel mercato asiatico continuerà a crescere in modo esponenziale”.