Seguici su
Business 8 Ottobre, 2019 @ 9:51

I più ricchi d’America hanno fatto fortuna soprattutto in due settori. Ecco quali

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi
dicaprio in the wolf of wall street
Un’immagine di Leonado Di Caprio in “The Wolf of Wall Street”. (Courtesy IMDB)

Quasi 3mila miliardi di dollari (2,96 per l’esattezza). A tanto ammonta il patrimonio netto dei membri della Forbes 400 edizione 2019, la classifica dei più ricchi d’America. Ma come hanno fatto a diventare così ricche persone come, tanto per citare qualche nome, il presidente degli Stati Uniti d’America Donald Trump, Bill Gates o Jeff Bezos?

Quest’anno la strada più frequentemente percorsa dai ricchi d’America per raggiungere redditi a dieci cifre è stata quella della finanza e degli investimenti, spiega Forbes.com. Sono 93, infatti, i miliardari, quasi un quarto di chi è in Forbes 400 (23,5%), che hanno fatto fortuna investendo come Warren Buffett, Carl Icahn, attraverso private equity come Robert F. Smith, che ha estinto l’intero debito della classe di diplomandi al Morehouse College, o grazie a hedge fund come Ray Dalio e Jim Simmons.

Ma non è soltanto quella della finanza e del mondo degli investimenti la via da percorrere per diventare miliardari. Anche creare un social network di successo può funzionare oppure un prodotto tecnologico rivoluzionario: sono 69 (il 17,25% di chi entra in classifica) i miliardari che operano nell’industria tech e della rete, come Gates, il fondatore di Facebook Mark Zuckerberg, quelli di Snapchat Bobby Murphy ed Evan Spiegel o Judy Faulkner, che è la donna più ricca in questo settore.

Senza dimenticare ovviamente il più ricco d’America e del mondo, il fondatore di Amazon, Jeff Bezos, che ha un patrimonio stimato di 114 miliardi di dollari, in netto calo rispetto ai 160 miliardi dell’anno scorso per via del divorzio record dalla moglie (che ha proiettato Mackenzie Bezos al 15esimo posto della classifica).

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!