Seguici su
Tecnologia 9 Ottobre, 2019 @ 4:00

Facebook ha un programma per digitalizzare le PMI

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi
digitalizzazione
(GettyImages)

La digitalizzazione delle PMI italiane rappresenta una sfida di primaria importanza. Ed è facile comprenderlo considerando che, come riporta l’Istat, nel nostro Paese sono presenti 4,5 milioni di piccole e medie imprese che realizzano il 67,3% del fatturato nazionale e creano oltre il 99% dei posti di lavoro.

La trasformazione digitale permette alle piccole e medie imprese di incrementare la velocità di espansione e di individuare nuovi mercati; tuttavia, attualmente, le PMI dimostrano di preferire ancora i canali tradizionali a soluzioni di esportazione attraverso il digitale. Infatti, l’80% esporta online ma sempre in affiancamento a strumenti offline e il 56% sostiene che solo una quota marginale del proprio fatturato prodotto all’estero è generato dall’e-commerce (dati Osservatorio Export Digitale della School of Management del Politecnico di Milano).

Boost with Facebook: l’internazionalizzazione delle imprese italiane passa attraverso il digitale

Con l’obiettivo ben chiaro di favorire la digitalizzazione delle PMI, aiutandole a far crescere il proprio business e a promuovere i prodotti made in Italy sui mercati internazionali, è appena partito da Roma “Boost with Facebook”, il programma di formazione gratuito dedicato alle piccole e medie imprese italiane promosso da Facebook e da EDI Confcommercio. La tappa romana è la prima di un Roadshow che toccherà anche le città di Bari e Padova.

Durante l’evento un team di esperti ha spiegato come utilizzare con successo Facebook, Instagram e WhatsApp per attrarre nuovi clienti e accelerare l’esportazione. I partecipanti hanno avuto anche l’opportunità di confrontarsi con alcune PMI sulle opportunità offerte dalle tre piattaforme per ottimizzare le strategie di marketing efficace,  attirare nuovi  clienti e incrementare le vendite, anche all’estero.

“Il digitale è una straordinaria opportunità di crescita per le PMI perché aumentano il loro raggio d’azione e favoriscono l’esportazione.  – ha dichiarato Laura Bononcini , Direttore delle politiche pubbliche Europa meridionale di Facebook – Oggi, oltre 194 milioni di persone    nel  mondo sono collegati a un PMI  italiano tramite Fa cebook e il 44% delle PMI italiane presenti sulla piattaforma ha dichiarato che grazie a Facebook ha può vendere i propri prodotti in altri Paesi. Il progetto sviluppato con EDI è quindi un’opportunità concreta per le PMI per acquisire competenze digitali per diventare più competitive, sviluppare sui mercati internazionali e sviluppare il made in Italy nel mondo ”. 

Attualmente in Italia 3 PMI su 4 usa Facebook per la propria attività, per farsi conoscere, attirare nuovi clienti e quasi la metà afferma di aver assunto nuovi dipendenti grazie alla crescita utilizzando questa piattaforma. Su Facebook sono, infatti, attivi mensilmente 31 milioni di italiani e l’88% è collegato con almeno una piccola impresa media. Il 76% delle PMI italiane usa anche WhatsApp , e il 95% degli utilizzatori annuncia di farlo per comunicare con i clienti (dati Morning Consult – gennaio 2019).

Uno strumento gratuito per rilanciare le esportazioni Made in Italy su Facebook

In occasione dell’evento “Boost with Facebook”, è stato lanciato anche Made in Italy, Loved by the World, un sito accessibile a tutti gratuitamente, promosso da Facebook per aiutare le PMI a svolgere il proprio business anche attraverso l’export, ispirato al principio che “i prodotti sviluppati in Italia possono essere conosciuti e apprezzati dal mondo”. Attraverso questo sito, Facebook mette a disposizione strumenti per trovare un pubblico globale e per promuovere la propria attività. Sono presenti anche esempi concreti di piccoli imprenditori che sono riusciti a sviluppare e consolidare la propria attività attraverso le strategie digitali.

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!