Il miracolo Atalanta? Vale 40 milioni. Tutti i numeri delle italiane in Champions

Share

La fase a gironi di Champions League si è definitivamente conclusa nella giornata di ieri e, nonostante l’eliminazione dell’Inter, ha permesso al calcio italiano di poter festeggiare.

Oltre alla Juventus, che aveva già ottenuto il pass per gli ottavi grazie alla vittoria contro il Lokomotiv Mosca, la Serie A piazza altre due squadre tra le 32 qualificate alla fase a eliminazione diretta: Napoli e Atalanta.

Per i bergamaschi tra l’altro si tratta di una vera e propria impresa da scrivere negli annali, visto che questa è la prima volta che partecipa a un’edizione della Champions League. Proprio grazie alla vittoria degli uomini di Gasperini, l’Italia riporta sul tabellone degli ottavi di finale tre club, cosa che non accadeva dal 2011/2012.

Quanto ha guadagnato la Juventus

Fino ad adesso l’edizione 2019/2020 della Champions League ha già permesso ai bianconeri allenati da Maurizio Sarri di guadagnare 79,1 milioni di euro. Di questi, poco più di 55 milioni di euro la Juventus se li era già garantiti ancor prima di giocare il girone.

Ecco nel dettaglio quanto ha guadagnato la Juventus per la sua “presenza”:
– 10 milioni di euro dal market pool (legato al piazzamento nello scorso campionato di Serie A);
– 15,25 milioni di euro come bonus partecipazione per la fase a gironi
– 29,9 milioni di euro derivanti dal ranking decennale/storico

Per arrivare ai 79,1 milioni di euro che finora la Juventus ha guadagnato, bisogna aggiungere quasi 24 milioni di euro così suddivisi:
– 14,4 milioni di euro come bonus risultati (2,7 milioni di euro per ciascuna delle cinque vittorie e 900mila euro per il pareggio contro l’Atletico Madrid);
– 9,5 milioni di euro come bonus per il passaggio agli ottavi di finale.

Quanto ha guadagnato il Napoli

La squadra partenopea, affidata proprio dopo la partita vinta 4 a 0 contro il Genk a Gennaro Gattuso, si è già aggiudicata la cifra di 58,6 milioni di euro.

Di questi, come nel caso già analizzato della Juventus, 38,3 milioni di euro li ha guadagnati ancor prima di giocare il girone:
-7,5 milioni di euro dal market pool;
-15,3 milioni di euro come bonus partecipazione per la fase a gironi;
-15,5 milioni di euro derivanti dal ranking decennale/storico.

Per arrivare ai 58,6 milioni di euro che finora il Napoli ha guadagnato da questa edizione 2019/2020 di Champions League, bisogna aggiungere quasi 20,3 milioni di euro così suddivisi:
– 10,8 milioni di euro come bonus risultati (2,7 milioni di euro per ciascuna delle tre vittorie e 900mila euro per ogni pareggio);
– 9,5 milioni di euro come bonus per il passaggio agli ottavi di finale.


Quanto ha guadagnato l’Atalanta

L’Atalanta di Giampiero Gasperini e del presidente Antonio Percassi, durante questa storica esperienza nella massima competizione europea di calcio, ha già guadagnato la cifra di 39,4 milioni di euro.

Di questi, come già visto per Juventus e Napoli, 23,6 milioni di euro li ha guadagnati ancor prima di giocare il girone:
– 5 milioni di euro dal market pool;
– 15,25 milioni di euro come bonus partecipazione per la fase a gironi;
– 3,3 milioni di euro derivanti dal ranking decennale/storico.

Per arrivare ai 39,4 milioni di euro che finora l’Atalanta ha guadagnato da questa edizione 2019/2020 di Champions League, bisogna aggiungere 15,8 milioni di euro così suddivisi:
– 6,3 milioni di euro come bonus risultati (2,7 milioni di euro per ciascuna delle due vittorie e 900mila euro per il pareggio ottenuto contro il Manchester City di Guardiola);
– 9,5 milioni di euro come bonus per il passaggio agli ottavi di finale.