Seguici su
Style 9 Gennaio, 2020 @ 3:14

Giorgio Armani torna nella sua “prima casa” del quadrilatero milanese

di Roberta Maddalena

Staff writer, Forbes.it

Scrivo di moda, viaggi, arte e nuove tendenze.Leggi di più dell'autore
chiudi
(courtesy Giorgio Armani)
Montenapoleone bye bye, si torna a casa. È nel quadrilatero della moda, olimpo del lusso internazionale, che nel 1983 Giorgio Armani decise di inaugurare la sua prima boutique di via Sant’Andrea: area dall’eleganza tipicamente milanese tra antichi palazzi e cortili nascosti. La stessa location che, per sette anni dal 2010 al 2017 ha ospitato anche la linea homewear Armani/Casa. Una superficie complessiva di oltre mille metri quadrati, il doppio rispetto a quella originaria dello store, con inediti elementi architettonici e alcuni elementi stilistici cari allo stilista italiano come le pareti trasparenti schermate da una sottile rete dorata e circondate da bambù, pianta evocativa dell’Oriente molto amata da Giorgio Armani, e un mega salone per le presentazioni con 78 sedute, venature in onice velluto e pareti di seta in tinta.
“Nell’elegante prospettiva di via Sant’Andrea, dove si susseguono bei palazzi storici e moderne vetrine, il passato si intreccia con il presente. E in questo luogo, in quella che fu la sede milanese della prima boutique Giorgio Armani, torno oggi con un’esperienza diversa e una consapevolezza che non è sentimento nostalgico. Il nuovo concept del negozio lo dimostra: qui ho voluto che la quintessenza della mia visione di bellezza senza tempo dialogasse con la contemporaneità. Desidero offrire ai miei clienti uno spazio completo che permetta loro di vivere a pieno il mondo Giorgio Armani, dagli accessori al prêt-à-porter, fino all’alta sartoria, con servizi personalizzati e un trattamento esclusivo”, ha commentato il designer.
Lo spazio è poi punteggiato da tavoli in metallo color platino e resina effetto tessuto, tavolini in legno di pero e madreperla, intarsiati a mano da artigiani italiani, marmi e onici policromi con motivi a scacchiera e arredi che ricordano gli elementi tipici degli anni ’30 e ’40. All’interno la collezione di abbigliamento e accessori donna e il corner Armani beauty con una postazione per il make-up, e la collezione maschile. Al secondo piano anche il servizio made to order e l’ampia area per il servizio made to measure. Un tavolo e due poltroncine sono posizionate infine davanti alle sei teche che racchiudono le creazioni di alta gioielleria, un’area riservata dove è possibile vivere un momento di lusso esclusivo.

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!