Il numero uno di BlackRock: “Il modo di investire non sarà più lo stesso”

larry fink, ceo blackrock
Larry Fink, ceo di Blackrock. (Photo by Neilson Barnard – Getty Images for New York Times)
Share
Larry Fink è il ceo di Blackrock. (Photo by Neilson Barnard/Getty Images for New York Times)

“Nei miei 44 anni in finanza, non ho mai vissuto niente del genere. Gli uffici di BlackRock a livello globale sono praticamente vuoti e vi scrivo da casa, dove sono in isolamento, come milioni di altre persone”. A scrivere, in una lunga lettera agli azionisti, è Larry Fink, il cofondatore e presidente del colosso finanziario BlackRock, che non usa mezzi termini per descrivere la situazione eccezionale di pandemia che stiamo vivendo. Il virus, si legge, “ha ucciso o fatto ammalare centinaia di migliaia di persone” e “ha drammaticamente modificato la vita quotidiana e minacciato la sicurezza finanziaria”, presentando per governi, istituzioni e imprese, “una sfida medica, economica e umana senza precedenti”. E per il futuro, le implicazioni “per ogni nazione e per i nostri clienti, dipendenti e azionisti sono profonde e si ripercuoteranno per gli anni a venire”.

Un quadro di emergenza anche sui mercati finanziari. Nel giro di poche settimane, gli indici azionari sono scesi dai livelli di record imboccando un trend ribassista. “L’epidemia non ha semplicemente fatto pressione sui mercati finanziari e sulla crescita a breve termine: ha scatenato una rivalutazione sull’economia globale. […] Le persone in tutto il mondo stanno sostanzialmente ripensando il modo di lavorare, di fare acquisti, di viaggiare e di incontrarsi. Quando usciremo da questa crisi, il mondo sarà diverso. La psicologia degli investitori cambierà. Gli affari cambieranno. Il consumo cambierà”.

L’approccio agli investimenti e al risparmio sta quindi cambiando in maniera irreversibile. “Ho sempre creduto in una visione a lungo termine”, scrive ancora. “L’ho sostenuto lettera dopo lettera […]. Le società e gli investitori con un approccio a lungo termine saranno in grado di affrontare meglio questa crisi e le sue conseguenze”.

Il mondo dell’asset management sta vivendo un periodo di consolidamento, di compressione dei margini e di trasformazione tecnologica. “Il principale cambiamento per i gestori patrimoniali sarà il modo in cui utilizziamo la tecnologia. In futuro, i gestori patrimoniali dovranno essere bravi nell’usare la tecnologia”.

Ma non solo. Oggi i clienti chiedono anche maggiore trasparenza e rendimenti costanti, perché molti si sono resi conto di pagare commissioni troppo elevate, non ottenendo i risultati sperati. In quest’ottica, diventano preziosi alleati strumenti finanziari come gli Etf, “scambiati a volumi record, 1,4 trillioni di dollari sono negli Usa, il 37% di tutte le attività azionarie statunitensi rispetto a una media del 27% per il 2019”. Inoltre, ricorda Fink, durante le recenti turbolenze, gli Etf hanno dimostrato la loro resilienza e, proprio per la loro trasparenza, praticità e semplicità alla gestione patrimoniale, “sono diventati uno degli strumenti più importanti nella finanza moderna”.

L’approccio di costruzione del portafoglio deve quindi essere prioritario rispetto alla mera selezione dei titoli azionari. Una visione diventata ancora più fondamentale oggi, con i tassi di interesse ai minimi storici, il prezzo del petrolio in calo di oltre il 50% dall’inizio dell’anno e le azioni a livello globale in forte ribasso. “La nostra strategia per raggiungere questo obiettivo di lungo termine è investire nei motori primari che guidano la crescita di BlackRock oggi e nei prossimi anni: iShares, gli alternativi illiquidi e la tecnologia, innovare nella creazione di alfa e, soprattutto, continuare a guidare l’intero portafoglio mettendo le esigenze dei clienti in primo piano”.

Fink conclude sottolineando la sempre maggiore centralità dei temi legati al cambiamento climatico che “avrà un profondo impatto sul nostro sistema economico globale, da come viene prodotto il cibo a dove le persone sono in grado di vivere fino a come le malattie si diffondono a livello globale. Questi cambiamenti rimodelleranno la finanza globale promuovendo un ridimensionamento significativo del rischio e delle attività. E la pandemia che stiamo vivendo evidenzia ora la fragilità del mondo globalizzato e il valore dei portafogli sostenibili. Durante questo periodo abbiamo visto portafogli sostenibili offrire prestazioni migliori rispetto ai portafogli tradizionali […]. Le nostre azioni in materia di sostenibilità restano parte dell’impegno di lunga data di BlackRock di stare al passo con le esigenze dei nostri clienti e di far evolvere la nostra azienda mentre il mondo che ci circonda presenta sfide nuove e inesplorate per gli investitori”.

Il mondo supererà questa crisi e l’economia si riprenderà. “La più grande responsabilità di BlackRock – ora più che mai – è aiutare i nostri clienti a navigare in questo ambiente di mercato e rimanere concentrati sui rendimenti a lungo termine”.