Seguici su
Investimenti 31 Marzo, 2020 @ 10:15

Il numero uno di BlackRock: “Il modo di investire non sarà più lo stesso”

di Daniel Settembre

Staff writer, Forbes.it

Coordinatore di Forbes ItaliaLeggi di più dell'autore
chiudi
Larry Fink è il ceo di Blackrock. (Photo by Neilson Barnard/Getty Images for New York Times)

“Nei miei 44 anni in finanza, non ho mai vissuto niente del genere. Gli uffici di BlackRock a livello globale sono praticamente vuoti e vi scrivo da casa, dove sono in isolamento, come milioni di altre persone”. A scrivere, in una lunga lettera agli azionisti, è Larry Fink, il cofondatore e presidente del colosso finanziario BlackRock, che non usa mezzi termini per descrivere la situazione eccezionale di pandemia che stiamo vivendo. Il virus, si legge, “ha ucciso o fatto ammalare centinaia di migliaia di persone” e “ha drammaticamente modificato la vita quotidiana e minacciato la sicurezza finanziaria”, presentando per governi, istituzioni e imprese, “una sfida medica, economica e umana senza precedenti”. E per il futuro, le implicazioni “per ogni nazione e per i nostri clienti, dipendenti e azionisti sono profonde e si ripercuoteranno per gli anni a venire”.

Un quadro di emergenza anche sui mercati finanziari. Nel giro di poche settimane, gli indici azionari sono scesi dai livelli di record imboccando un trend ribassista. “L’epidemia non ha semplicemente fatto pressione sui mercati finanziari e sulla crescita a breve termine: ha scatenato una rivalutazione sull’economia globale. […] Le persone in tutto il mondo stanno sostanzialmente ripensando il modo di lavorare, di fare acquisti, di viaggiare e di incontrarsi. Quando usciremo da questa crisi, il mondo sarà diverso. La psicologia degli investitori cambierà. Gli affari cambieranno. Il consumo cambierà”.

L’approccio agli investimenti e al risparmio sta quindi cambiando in maniera irreversibile. “Ho sempre creduto in una visione a lungo termine”, scrive ancora. “L’ho sostenuto lettera dopo lettera […]. Le società e gli investitori con un approccio a lungo termine saranno in grado di affrontare meglio questa crisi e le sue conseguenze”.

Il mondo dell’asset management sta vivendo un periodo di consolidamento, di compressione dei margini e di trasformazione tecnologica. “Il principale cambiamento per i gestori patrimoniali sarà il modo in cui utilizziamo la tecnologia. In futuro, i gestori patrimoniali dovranno essere bravi nell’usare la tecnologia”.

Ma non solo. Oggi i clienti chiedono anche maggiore trasparenza e rendimenti costanti, perché molti si sono resi conto di pagare commissioni troppo elevate, non ottenendo i risultati sperati. In quest’ottica, diventano preziosi alleati strumenti finanziari come gli Etf, “scambiati a volumi record, 1,4 trillioni di dollari sono negli Usa, il 37% di tutte le attività azionarie statunitensi rispetto a una media del 27% per il 2019”. Inoltre, ricorda Fink, durante le recenti turbolenze, gli Etf hanno dimostrato la loro resilienza e, proprio per la loro trasparenza, praticità e semplicità alla gestione patrimoniale, “sono diventati uno degli strumenti più importanti nella finanza moderna”.

L’approccio di costruzione del portafoglio deve quindi essere prioritario rispetto alla mera selezione dei titoli azionari. Una visione diventata ancora più fondamentale oggi, con i tassi di interesse ai minimi storici, il prezzo del petrolio in calo di oltre il 50% dall’inizio dell’anno e le azioni a livello globale in forte ribasso. “La nostra strategia per raggiungere questo obiettivo di lungo termine è investire nei motori primari che guidano la crescita di BlackRock oggi e nei prossimi anni: iShares, gli alternativi illiquidi e la tecnologia, innovare nella creazione di alfa e, soprattutto, continuare a guidare l’intero portafoglio mettendo le esigenze dei clienti in primo piano”.

Fink conclude sottolineando la sempre maggiore centralità dei temi legati al cambiamento climatico che “avrà un profondo impatto sul nostro sistema economico globale, da come viene prodotto il cibo a dove le persone sono in grado di vivere fino a come le malattie si diffondono a livello globale. Questi cambiamenti rimodelleranno la finanza globale promuovendo un ridimensionamento significativo del rischio e delle attività. E la pandemia che stiamo vivendo evidenzia ora la fragilità del mondo globalizzato e il valore dei portafogli sostenibili. Durante questo periodo abbiamo visto portafogli sostenibili offrire prestazioni migliori rispetto ai portafogli tradizionali […]. Le nostre azioni in materia di sostenibilità restano parte dell’impegno di lunga data di BlackRock di stare al passo con le esigenze dei nostri clienti e di far evolvere la nostra azienda mentre il mondo che ci circonda presenta sfide nuove e inesplorate per gli investitori”.

Il mondo supererà questa crisi e l’economia si riprenderà. “La più grande responsabilità di BlackRock – ora più che mai – è aiutare i nostri clienti a navigare in questo ambiente di mercato e rimanere concentrati sui rendimenti a lungo termine”.

Podcast 13 Febbraio, 2020 @ 3:02

Verso un nuovo capitalismo: l’innovazione passerà dalla gratitudine? – PODCAST

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi

“Innoveranno davvero solo le aziende che muoveranno un autentico senso di gratitudine”. Così Oscar Di Montigny in 0.0, il podcast che ogni settimana realizza per Forbes Italia. Nel nuovo episodio, intitolato “L’innovazione passerà dalla gratitudine?”, Di Montigny raccoglie la sfida lanciata dal ceo di BlackRock Larry Fink nella sua lettera annuale ai ceo, ma aggiunge: “molto presto il vero valore da perseguire non sarà più soltanto la responsabilità sociale, la filantropia o la sostenibilità, ma l’individuazione di un modo nuovo per raggiungere il successo economico necessario alla sopravvivenza di un’impresa e alla produzione di profitto che, se rimesso in circolo, genererà ulteriore benessere per tutti”. Per scoprire di più sulla “nuova concezione di capitalismo” illustrata da Di Montigny ascolta per intero la puntata del podcast.

Ascolta 0.0, il podcast di Oscar di Montigny, su Forbes.it nella sezione dedicata ai podcast, ma anche su Spreaker, Spotify, Apple Podcast e Google Podcast.

 

Tutti gli episodi di Forbes 0.0:

 

Leader 9 Gennaio, 2020 @ 9:50

Blackrock cambia, la superpotenza del risparmio ha un nuovo numero uno in Italia

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi

 

Blackrock: Andrea Viganò
Andrea Viganò (Imagoeconomica)

Il più grande gestore del risparmio al mondo cambia la sua guida in Italia. BlackRock ha infatti reso noto l’uscita dalla società di Andrea Viganò, executive chairman di BlackRock Italia e inserito in passato in un elenco dei 30 uomini della finanza più potenti d’Italia.

Già nel marzo scorso il manager aveva abbandonato la carica di country head, sostituito da Giovanni Sandri. Il gestore statunitense ha ringraziato Viganò “per l’impegno profuso in tutti questi anni al servizio dell’azienda e finalizzato ad accompagnare la società nella sua crescita in termini di business e di notorietà in Italia, ponendola tra i più autorevoli interlocutori nel settore del risparmio gestito nel Paese”.

Rachel Lord, head di BlackRock EMEA, ha dichiarato: ” Sono riconoscente ad Andrea per il suo prezioso contributo e per come ha saputo accompagnare la crescita di BlackRock a livello locale sotto una guida qualificata e capace di far fronte ai tanti cambiamenti del mercato.”

Nel ringraziare a sua volta BlackRock “per l’opportunità maturata nel corso di questi venti anni di stretta collaborazione e contraddistinti da sfide e risultati di grande soddisfazione”, Viganò ha dichiarato: “Per BlackRock e la nuova struttura organizzativa sotto la guida di Giovanni Sandri, si apre un nuovo percorso di sviluppo sul mercato italiano, che sono certo continuerà ad essere chiave a livello di gruppo.”

Giovanni Sandri, country head BlackRock Italia, ha concluso “Andrea è stato un vero riferimento nel corso dei miei 15 anni in BlackRock. Ha avuto la capacità di declinare localmente tutto ciò che la nostra azienda ha da offrire nel rispetto del mandato fiduciario che riceviamo dai nostri clienti. Desidero auguragli il meglio per i suoi progetti futuri.”

Business 13 Agosto, 2019 @ 2:30

BlackRock si compra le stelle

di Matteo Chiamenti

Giornalista sì, finanziario nì.Leggi di più dell'autore
chiudi
Marilyn Monroe
Marilyn Monroe (Shutterstock)

Cosa lega Marilyn Monroe e il mondo del risparmio gestito internazionale? Una domanda che ci propone un accostamento apparentemente bizzarro, ma che da oggi acquisisce un senso grazie all’attualità offerta delle operazioni internazionali di M&A. A fare da collante tra questi elementi ci ha pensato il più grande asset manager al mondo, con un patrimonio gestito superiore ai 6mila miliardi di dollari al dicembre 2017.

Il colosso a stelle e strisce ha infatti acquisito, per circa 870 milioni di dollari, la quota di maggioranza di Authentic Brands Group, holding newyorkese che aveva preso da poco la proprietà del magazine Sport Illustrated (precedentemente della Meredith Corporation) e che gestisce le licenze relative ai nomi di diverse celebrità, tra le quali Elvis Presley, Muhammad Ali, Shaquille O’Neal e la sopracitata Marilyn.

Fondata nel 2010 dall’imprenditore canadese Jemie Salter, ABG si è dedicata nel corso degli anni ad acquisizioni che riguardano principalmente il mondo del Fashion&Luxury (di sua proprietà le catene di negozi Nine West e Aeropostale); attualmente il gruppo detiene in portafoglio circa 50 marchi capaci di generare quasi 10 miliardi di dollari di vendite in più di 70 paesi al mondo. Conclusa l’operazione con BlackRock, Salter ha evidenziato con un comunicato la finalità strategica dell’accordo: “Riteniamo che l’impronta globale e le capacità digitali di BlackRock ci consentiranno di rafforzare la nostra organizzazione e continuare la nostra traiettoria di crescita nazionale e internazionale. Questo investimento segna un’importante ed eccitante nuova fase di espansione per ABG”

Per quanto riguarda invece BlackRock, l’acquisto rappresenta di fatto il primo investimento del nuovo fondo di private equity, denominato Long Term Private Capital. Ltpc era stato lanciato lo scorso aprile e che vanta un capitale di 2,75 miliardi.