Seguici su
Lifestyle 23 Maggio, 2020 @ 5:28

Streaming, quanto spenderanno in nuovi contenuti Netflix, Amazon, Disney + e gli altri

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi
netflix-streaming
(shutterstock.com)

Articolo di Sergei Klebnikov su  Forbes.com

I blocchi imposti dal coronavirus e l’obbligo di restare chiusi nelle proprie case hanno scatenato un nuovo boom nel mondo dello streaming inducendo le aziende del settore a migliorare la propria offerta di contenuti mentre i nuovi players, come HBO Max e Quibi, cercano un expoit. Ecco dunque cosa stanno facendo le più grandi società di streaming per stare al passo con la concorrenza e quanto stanno spendendo per i contenuti nel 2020, secondo i dati di Bloomberg Intelligence.

Aspetti chiave

  • Netflix, ovviamente, investirà di più per i nuovi contenuti nel 2020, con un budget di 16 miliardi di dollari, secondo Bloomberg. La società, che ha avuto successo in passato con serie originali come Stranger Things e Orange is the New Black, ha registrato un record di 16 milioni di nuovi abbonati nel primo trimestre, portando il suo numero totale di abbonamenti in tutto il mondo a 183 milioni.
  • Amazon, il cui servizio Prime Video è emerso come un altro grande concorrente nella guerra dello streaming, quest’anno prevede di spendere 7 miliardi di dollari per i contenuti. Il ceo Jeff Bezos, ha annunciato all’inizio di quest’anno che Amazon Prime (che include Prime Video) ora vanta oltre 150 milioni di abbonati in tutto il mondo, rispetto ai 100 milioni di un anno fa.
  • Le azioni di Netflix sono aumentate del 31% finora quest’anno, mentre le azioni Amazon sono aumentate del 29% e hanno raggiunto un nuovo record mercoledì.
  • Un servizio di streaming è stato lasciato fuori dall’analisi di Bloomberg sulla spesa di contenuti: Apple TV +. Inizialmente lanciato a novembre 2019 con un budget per i contenuti di 6 miliardi di dollari, con un costo di soli 4,99 dollari al mese la piattaforma si distingue per essere la più economica sul mercato.
  • Il servizio Apple TV + ha superato il numero di abbonati di Hulu con oltre 33 milioni di utenti, ma la maggior parte di questi abbonati sono abbonati gratuiti offerti subito dopo il lancio, secondo Variety. Le azioni di Apple sono aumentate del 6% finora nel 2020. Hulu quest’anno ha un budget per i contenuti pari a 3 miliardi di dollari, come mostrano i dati di Bloomberg. Hulu, che è in maggioranza posseduta dalla Walt Disney Company, ha registrato anche una buona crescita degli abbonati durante la pandemia con i suoi clienti totali che sono saliti a 28 milioni , rispetto ai 25 milioni di gennaio.
  • Disney +, lanciato lo scorso anno in pompa magna , ha un budget compreso tra 1,5 e 1,75 miliardi da dollari da spendere per i contenuti nel 2020. Il servizio, che ha i diritti esclusivi di brand popolari come Star Wars e Marvel , è cresciuto rapidamente, accumulando oltre 50 milioni di abbonati in soli cinque mesi. Le azioni della Disney sono diminuite del 20% quest’anno, poiché le misure di contenimento del coronavirus hanno costretto alla chiusura i suoi parchi in tutto il mondo.
  • L’ultimo servizio di streaming a essere entrato in scena, HBO Max, verrà lanciato alla fine di questo mese con tra gli 1,2 e gli 1,5 miliardi di dollari da spendere per i contenuti quest’anno. Secondo il sito web di HBO, tutti i suoi canali (HBO Go, HBO Now) hanno un totale di 35 milioni di abbonati in tutto il mondo.
  • HBO è di proprietà di Warner Media, una controllata di AT&T, dal 2018. Le azioni di AT&T sono diminuite di quasi il 24% nel 2020.
  • Quibi, la nuova piattaforma mobile-centric che offre serie e notizie in format di meno di 10 minuti, ha 1 miliardo di dollari da spendere per i contenuti nel 2020. Ma il servizio, lanciato all’inizio di aprile, ha avuto un avvio lento: solo 3,5 milioni di persone hanno scaricato l’app, con solo 1,3 milioni di utenti attivi.
  • Altri servizi streaming sono: NBCUniversal’s Peacock, che verrà lanciato a luglio con un budget tra gli 800 milioni e 1 miliardo di dollari da spendere in contenuti, e CBS All Access, che ha un budget di contenuti di 800 milioni di dollari, secondo Bloomberg.
  • Comcast, che possiede NBCUniversal, ha visto le sue azioni scendere del 15% nel 2020, mentre le azioni ViacomCBS sono scese del 52%.

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!