Seguici su
Lifestyle 30 Giugno, 2020 @ 12:29

Coty torna a casa Kardashian per un nuovo deal da 200 milioni di dollari

di Roberta Maddalena

Staff writer, Forbes.it

Scrivo di moda, viaggi, arte e nuove tendenze.Leggi di più dell'autore
chiudi
Kim Kardashian (Matt Winkelmeyer/Getty Images)

La liaison tra Coty e la famiglia Kardashian non è finita. Anzi, si arricchisce di un nuovo deal che stavolta vede protagonista Kim Kardashian West. La sinergia ha l’obiettivo di dare nuova linfa al business dell’imprenditrice, inserendo nuove categorie di prodotti rispetto a quelle già esistenti e puntando sull’espansione globale del marchio. Alla moglie di Kanye West andrà il compito di mantenere il timone creativo del progetto. In base ai termini dell’accordo, la multinazionale americana acquisirà una partecipazione del 20% del business di Kardashian per 200 milioni di dollari.

Come si legge in una nota ufficiale diffusa da Coty, sfruttando la sua radicata conoscenza del settore, il colosso newyorkese dovrà sostenere lo sviluppo del portafoglio di prodotti beauty del brand, mettendo in campo una strategia più mirata alle esigenze del consumatore contemporaneo. L’acquisizione dovrebbe concludersi nel terzo trimestre dell’esercizio 2021 e tutti i prodotti dell’azienda saranno venduti attraverso i principali rivenditori di prodotti di bellezza di lusso e canali digitali di proprietà.

L’affare, che attribuisce al marchio KKW Beauty un valore complessivo di circa 1 miliardo di dollari, secondo le ultime stime di Forbes porterebbe il patrimonio personale di Kim a 900 milioni di dollari. Ma oltre alle cifre, anche il timing non è affatto casuale: all’inizio di quest’anno, anche la sorellastra di Kardashian West, Kylie Jenner, aveva siglato un accordo sempre con Coty, vendendo il 51% della sua Kylie Cosmetics per 1,2 miliardi. Proprio a seguito del deal, Forbes ha rivelato che esaminando la documentazione relativa all’affare l’attività di Kylie sarebbe risultata molto meno redditizia di quanto la famiglia non abbia fatto credere all’industria cosmetica e ai media.

E questo nonostante sia Kylie Cosmetics sia KKW Beauty rientrino nella rosa di quei brand beauty tra cui Anastasia Beverly Hills, Huda Beauty e Glossier (quest’ultimo ha una storia davvero emblematica), che hanno fatto della loro strategia marketing social-friendly il segreto del loro successo e delle loro altissime valutazioni.

Coty, che negli ultimi tempi ha dovuto fare i conti con bilanci non proprio rosa, ha iniziato a collaborare di recente con marchi sostenuti da personaggi famosi per dare nuova linfa alla sua immagine.

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!