Larry Ellison annuncia le novità di Oracle per vincere le sfide dell’e-commerce

Larry Ellison, fondatore e ceo di Oracle (Justin Sullivan/Getty Images)
Share
Le Innovazioni Oracle per l'e-commerce
Larry Ellison, fondatore, presidente e cto di Oracle (Justin Sullivan/Getty Images)

Migliorare nello stesso tempo l’esperienza di vendita e di acquisto. Integrare al meglio i processi di vendita, gestione della relazione con i clienti e acquisto online. Aiutare a individuare approcci per acquisire vantaggi competitivi nel lungo periodo. Sono queste le finalità delle innovazioni introdotte da Oracle nella suite Oracle Fusion Cloud Customer Experience, annunciate durante l’Oracle Cloud CX Virtual Summit. A comunicarle è stato Larry Ellison, fondatore, presidente e cto della software house statunitense.

Tra le principali funzionalità offerte ai venditori c’è la possibilità di predire, grazie all’intelligenza artificiale, le possibilità di successo con un cliente. La valutazione è basata su dati di prima parte e dati storici, come le passate interazioni e gli acquisti di prodotto.

La nuova interfaccia utente di Oracle Fusion Cloud Customer Experience si adatta poi al ruolo del singolo venditore. L’obiettivo è permettere di agire sulla base di indicazioni concrete e mirate, anziché di deduzioni o supposizioni. Per rendere più fluidi i processi di vendita, la suite offre anche una nuova integrazione con Microsoft Teams, che permette di lavorare con gli strumenti di collaborazione più noti senza il problema di perdere o duplicare dati. La nuova dashboard di pianificazione vendite si ripropone di aiutare i venditori a valutare l’evoluzione di tendenze e modelli con un alto grado precisione.

Significative anche le novità della suite Oracle relative all’esperienza di acquisto, tramite, per esempio, raccomandazioni e ricerche ottimizzate e integrate. Le nuove funzionalità aiutano le aziende a sfruttare la conoscenza del comportamento di acquisto online.

La gestione della configurazione è stata semplificata. Le imprese possono così rendere disponibili all’acquisto online anche i loro beni e servizi più complessi, dando agli acquirenti b2b la possibilità di configurare direttamente online i loro pacchetti. Le proposte avviate online possono essere trasferite in modo immediato ai venditori diretti, quando è necessario. Introdotte anche nuove funzionalità di gestione delle sottoscrizioni e di commerce and content.