La sostenibilità ambientale al centro di ogni impresa. A cominciare dalle stampanti

brother italia sostenibilità
courtesy Brother Italia
Share
brother italia sostenibilità
courtesy Brother Italia

Dall’impatto sull’attività e sulla conformità, fino ad arrivare a quello sulle risorse umane e sulle strategie aziendali. Sono queste, secondo quanto analizzato dal 2011 dal Global Risk Report del World Economic Forum, alcune delle minacce principali a cui va incontro ogni azienda a causa dei rischi legati al cambiamento climatico.

Non è un caso, quindi, se secondo una ricerca commissionata da Brother tra il 2019 e l’inizio del 2020, basata su 893 decision maker aziendali e IT, emerge che la maggior parte delle pmi afferma il dovere di comportarsi in modo sostenibile (71%) e che il proprio successo futuro dipenderà dalla gestione sostenibile delle loro attività (68%). Ciò conferma che le aziende pongono la responsabilità sociale d’impresa in cima alle proprie priorità commerciali.

E anche se le tecnologie e i dispositivi per l’ufficio, compresa la stampa, costituiscono aspetti fondamentali da prendere in considerazione per la sostenibilità delle pmi, tuttavia sono ancora molte le misure strategiche che le aziende devono adottare per poter agire in un modo realmente sostenibile senza compromettere l’efficienza e gli obiettivi commerciali. In primis, le pmi dovrebbero considerare l’intero ciclo di vita dei dispositivi di stampa, con particolare attenzione all’approvvigionamento, spesso trascurato. Per fare un esempio, in caso di stampanti guaste – evidenzia la ricerca commissionata da Brother – le aziende possono agire in modo sostenibile sostituendo le parti danneggiate della stampante con ricambi originali senza dover acquistare un nuovo dispositivo.

Segno che dimostra che, se anche la maggior parte delle aziende ritiene indispensabile la sostenibilità, tuttavia sono ancora poche quelle che adottano misure concrete. E ciò rappresenta un ostacolo fondamentale, anche perché il cambiamento dei comportamenti richiederà sforzi nell’interesse dei fornitori, degli acquirenti e degli utenti delle stampanti, compresa la digitalizzazione di alcuni processi basati sulla carta attraverso tecnologie, come la scansione dei documenti.

Brother e la sostenibilità

Al momento sono tre su quattro le pmi (il 76%) che hanno attuato una politica in materia di sostenibilità. La ricerca evidenzia che le principali attività intraprese riguardano il riciclo dei materiali, l’imballaggio, l’efficienza dei dispositivi hardware e, spesso, anche l’approvvigionamento, la riduzione delle emissioni di CO2 e l’utilizzo della plastica. E Brother Italia ne è un esempioDal 2019, infatti, la società ha promosso il programma plastic-free, che riguarda principalmente l’eliminazione delle bottiglie di plastica, sostituite con borracce personalizzate in alluminio con il nome dei collaboratori ed erogatori d’acqua. Iniziativa che, grazie alla fornitura di una tazza personalizzata a tutti i dipendenti e a una fotocellula che ne rileva la presenza e non eroga il bicchiere, ha permesso solamente nei primi tre mesi dall’inizio del progetto, di risparmiare 3.500 bicchieri di plastica. Un vero e proprio cambiamento di approccio che dovrebbe essere d’esempio per tutte quelle pmi che vogliono realmente ottenere dei miglioramenti in termini di sostenibilità.

Analizzando, invece, i dispositivi di stampa, la ricerca ha evidenziato che le aziende valutano tipicamente la sostenibilità delle proprie stampanti durante la parte operativa del ciclo di vita. Un aspetto principalmente legato ai notevoli costi che vengono sostenuti durante l’utilizzo (come i costi relativi all’inchiostro/toner e all’energia elettrica) e che, inevitabilmente, deve rappresentare il focus principale. In quanto comporta sia vantaggi in termini di sostenibilità, sia prettamente economici. Ma non è finita qui.

Secondo quanto descritto dalla ricerca commissionata da Brother, la soluzione in grado di fare la differenza è considerare la sostenibilità in ogni fase del ciclo di vita dei dispositivi, compreso l’approvvigionamento. Un’attenta considerazione nel momento in cui si acquista una stampante rende le altre fasi del ciclo di vita molto più sostenibili. In primo luogo, la stampante verrà acquistata in modo sostenibile e scelta in quanto realizzata con materiali riciclabili fin dall’inizio, riducendo gli sprechi in fase di smaltimento. In secondo luogo, visto che le stampanti sostenibili sono realizzate tenendo presente un funzionamento efficiente, i costi di esercizio saranno ridotti e la durata di vita sarà prolungata.

A ciò si aggiunge il tema del riciclo. I fornitori di stampa, grazie a servizi dedicati, devono infatti facilitare il più possibile alle pmi il processo di riciclo delle cartucce e delle stampanti. Processo che, ovviamente, diventa molto più semplice quando le pmi noleggiano la loro tecnologia di stampa dai fornitori, in modo che il riciclo possa essere curato alla fine del ciclo di vita dei dispositivi da un fornitore esperto. Grazie al programma gratuito di riciclo toner Brother, per fare un esempio, i clienti possono facilmente restituire le cartucce usate per la rigenerazione o il riciclo.

brother italia riciclo cartucce e toner
courtesy Brother Italia

Il programma di recupero delle cartucce e dei toner

Anche se la normativa ambientale italiana vieta il trasporto di un rifiuto utilizzando il sistema postale (come invece prevede il programma europeo di recupero delle cartucce toner), tuttavia Brother Italia ha attivato un sistema che, da una parte, prevede che gli utenti richiedano il ritiro dei toner originali non ricondizionati e, dall’altra, prevede che Brother Italia si occupi non solamente del ritiro, ma anche del riciclo. Il tutto senza nessun costo a carico del cliente. Completamente gratuito.

Per le aziende o i liberi professionisti il servizio di ritiro gratuito delle cartucce toner avviene tramite corriere autorizzato e il servizio è valido per le cartucce toner originali non ricondizionate. Infine, per supportare nel migliore dei modi un‘economia sostenibile e per ridurre l’impatto ambientale in tutte le fasi del ciclo di vita dei prodotti, Brother Italia ha settato standard molto elevati e si impegna a fornire ai propri clienti prodotti robusti, affidabili ed eco-sostenibili.