Il debutto in Borsa di Opendoor ha reso miliardario il suo fondatore Eric Wu

Eric Wu, fondatore di Opendoor è diventato miliardario secondo Forbes.
Share
Eric Wu, fondatore di Opendoor è diventato miliardario secondo Forbes.

Articolo di Noah Kirsch apparso su Forbes.com

Il boom della Spac – una fonte di denaro per Wall Street e un grande rischio potenziale per gli investitori retail – ha creato un altro vincitore.

Eric Wu, cofondatore e ceo di Opendoor, è diventato miliardario il giorno in cui l’azienda che acquista case ha iniziato a scambiare le sue azioni sul mercato, attraverso una fusione con una Spac, chiamata Social Capital Hedosophia Holdings II. Alla chiusura dei mercati, la sua partecipazione del 6% nell’azienda valeva 1,01 miliardi di dollari. Non è chiaro se rimarrà un miliardario anche alla fine dei cosiddetti scambi after-hour.

Eric Wu, 37 anni, lunedì mattina ha pubblicato un post sul blog per celebrare il deal. “Nel 2014, un piccolo gruppo di noi sognava un futuro in cui si potesse acquistare e vendere una casa premendo un pulsante”, ha scritto. “Come la maggior parte delle startup, abbiamo affrontato la nostra giusta fetta di problemi, ma abbiamo creduto nel potenziale d’impatto di ciò che stavamo costruendo e ci siamo impegnati per affrontare un ostacolo dopo l’altro”.

Tramite un portavoce, Eric Wu ha rifiutato di commentare questo articolo.

Opendoor è l’azienda leader nel mercato iBuying, un settore relativamente nascente che consente ai proprietari di case di poter vendere rapidamente le loro case all’azienda, che a sua volta le inserisce sulla sua piattaforma. Opendoor utilizza algoritmi per determinare qual è la cifra che deve versare al cliente. Ovviamente, se è troppo basa i potenziali clienti non vorranno vendere, se è troppo alta l’azienda potrebbe subire una perdita.

L’anno scorso, Opendoor ha venduto quasi 19.000 case, generando un fatturato di 4,7 miliardi di dollari, anche se ha registrato una perdita netta di 339 milioni di dollari. Le vendite sono calate drasticamente quest’anno, probabilmente a causa della pandemia. Fino alla fine di settembre, le entrate sono scese a 2,3 miliardi di dollari (più di 1 miliardo in meno rispetto allo stesso periodo del 2019), mentre le perdite si sono attestate a 199 milioni di dollari.

Queste perdite, pur andando nella giusta direzione, hanno sollevato dubbi sul percorso a lungo termine di Opendoor verso la redditività. L’azienda, da parte sua, afferma di essere disposta a perdere denaro nel prossimo futuro, mentre lotta per la quota di mercato. “Cinque anni fa, eravamo come due mercati, tre mercati”, ha detto a Forbes il cofondatore Ian Wong questo autunno. “Oggi siamo a 21 anni.”

iBuying rimane un campo aperto, anche se Opendoor compete con Zillow, Redfin, Offerpad e altre startup. Secondo The Real Deal, il settore comprende ancora solo lo 0,5% del mercato di acquisto di case che vale circa 1,6 trilioni di dollari.

Gli investitori chiaramente non sono spaventati. Quando l’offerta pubblica di Opendoor è stata annunciata per la prima volta a settembre, l’azienda aveva un valore aziendale di 4,8 miliardi di dollari. Lunedì mattina, il suo valore di mercato era di quasi 18 miliardi di dollari.

Opendoor si unisce ad altre società tecnologiche quotate che di recente hanno visto un aumento del prezzo delle proprie azioni, tra cui Airbnb, DoorDash e Snowflake. Quei guadagni dureranno? Il tempo lo dirà, ma le valutazioni sembrano sicuramente alte.