L’universo a misura d’uomo: a Forbes Space Economy si parla di architetture spaziali

Space Economy: space architecture, costruire per vivere nello spazio
(shutterstock.com)
Share
Space Economy: space architecture, costruire per vivere nello spazio
(shutterstock.com)

L’esplorazione spaziale è a un punto di svolta: gli investimenti dei privati e la progressiva commercializzazione del settore hanno dato un boost decisivo al settore, come testimonia il programma Artemis, che porterà alla creazione di un “moon village”.

Una delle discipline fondamentali per dare forma concreta a questi obiettivi è senza dubbio l’architettura spaziale che secondo Vittorio Netti, space architect, “non è solo una branca dell’architettura di ambienti estremi, è la sintesi di diverse discipline come il design e l’ingegneria. Il suo obiettivo primario è permettere la human-system integration, per rendere più facile la permanenza dell’uomo in un ambiente estremo come quello spaziale”.

Proprio sulle difficoltà imposte dall’ambiente spaziale si è soffermata Valentina Sumini, ricercatrice del Mit di Boston e docente del Politecnico di Milano, che afferma: “Progettare per lo spazio è una sfida che può essere vinta solo sul lungo periodo. Lo spazio è un ambiente estremamente ostile per la vita come la conosciamo oggi sulla terra, gli astronauti mettono in gioco la propria incolumità per il progresso dell’umanità, non si possono commettere errori ed è per questo che i tempi della disciplina sono molto lunghi”.

Ma perché è così importante raggiungere l’abitabilità di altri corpi celesti? Secondo la ricercatrice del Mit, “la colonizzazione dello spazio è fondamentale per dare una prospettiva alle generazioni future, viste le condizioni non sostenibili in cui versa la Terra. La space architecture ha il dovere di creare sia ambienti abitabili che sostenibili con un approccio human e planet centered”.

L’architettura del futuro riguarda quindi altri pianeti, nella speranza di riuscire a far meglio di quanto non abbiamo fatto su quello che già ci ospita.

Tutto questo e molto altro all’interno della nuova puntata di Forbes Space Economy che puoi riguardare qui