Una startup italiana punta a lanciare i taxi volanti entro il 2024

Walle taxi volanti Italia
(Courtesy Walle)
Share
Walle taxi volanti Italia
(Courtesy Walle)

L’obiettivo è lanciare un servizio di mobilità aerea urbana in Italia entro il 2024. Walle Mobility, la prima startup italiana del settore, ha annunciato una partnership con Jaunt Air Mobility, produttore statunitense di elicotteri elettrici a decollo e atterraggio verticale. Le due aziende contano di produrre entro tre anni taxi volanti elettrici capaci di coprire rotte entro i 50 km.

“Il nostro obiettivo è cambiare radicalmente il futuro dei trasporti”, ha dichiarato Domenico Gagliardi, fondatore e amministratore delegato di Walle. “L’Italia, come gran parte dell’Europa, deve ripensare i flussi della mobilità tra centro e periferia, che spesso prevedono tempi di percorrenza troppo lunghi. Soluzioni di mobilità aerea come quelle di Jaunt Air Mobility offrono la migliore risposta sul mercato. Coincidono alla perfezione con il nostro obiettivo: fornire ai passeggeri del futuro un viaggio sicuro, confortevole e silenzioso”.

I taxi volanti in Italia

Walle è la prima azienda italiana che si occupa di mobilità aerea interurbana. Punta a fornire un servizio di taxi aerei elettrici Vtol (vertical take-off and landing). Secondo i loro sostenitori, i taxi volanti dovrebbero rivoluzionare i trasporti nelle metropoli e in tutte le zone con elevata densità abitativa. Le prime reti dovrebbero collegare i punti strategici delle città, le zone turistiche e i principali nodi di traffico, come aeroporti e stazioni ferroviarie. Uno studio di Morgan Stanley ha calcolato che il giro d’affari del settore potrebbe arrivare a 1,5 trilioni di dollari nei prossimi vent’anni.

“Walle è il perfetto partner strategico per il nostro progetto di mobilità aerea”, ha affermato Martin Peryea, amministratore delegato di Jaunt Air Mobility. “La nostra missione è quella di produrre il velivolo elettrico più sicuro ed efficiente sul mercato. A questo scopo serve trovare operatori in giro per il mondo. Siamo convinti di poter commercializzare i nostri velivoli già entro il 2024. La nostra configurazione, unica nel suo genere, garantisce performance rivoluzionarie, combinate al più alto livello di sicurezza tra tutti gli eVOTL”.

Walle e Jaunt Air Mobility dovranno affrontare la concorrenza di molti grandi gruppi che, negli ultimi mesi, hanno deciso di lanciarsi nella mobilità aerea. L’ultimo, in ordine di tempo, è stato Fca, che ha stretto una partnership con la startup californiana Archer Aviation.