Ipo da record per Kuaishou, la rivale di TikTok: è la più grande nel mondo tech dai tempi di Uber

ipo kuaishou
shutterstock
Share
kuaishou-ipo
(Shutterstock)

Articolo di Russell Flannery apparso su Forbes.com

Gli investitori internazionali che puntano sui titoli tecnologici cinesi, che originariamente si aspettavano di terminare l’anno del topo del calendario lunare con grandi guadagni derivanti dalla quotazione di Ant Group, il colosso di Jack Ma, oggi hanno finalmente messo a segno un importante colpo, grazie al brillante esordio in Borsa di un’altra internet company cinese: Kuaishou Technology.

Nel debutto alla borsa di Hong Kong, la quotazione di Kuaishou, piattaforma di brevi video numero del 2 paese, supportata dal peso massimo di internet Tencentè salita fino al 194% del prezzo fissato per l’Ipo. L’offerta iniziale ha raccolto 5,4 miliardi di dollari: una cifra che ne fa la più grande quotazione al mondo per un’azienda tech dai tempi di Uber. La valutazione della società è arrivata a oltre 160 miliardi dollari: circa la metà di Disney.

Anche se il suo rivale – TikTok di ByteDance – è più conosciuto al di fuori della Cina, Kuaishou è entrato prima nel business e rimane un peso massimo. Il successo della sua espansione nell’e-commerce dimostra ulteriormente come la Cina – l’economia numero 2 al mondo e il paese con più utenti di telefonia mobile – stia lasciando un segno nell’industria globale dei media e dell’intrattenimento. La rapida ripresa dalla fase più acuta della pandemia da Covid-19 sta permettendo al Pil nazionale di tornare sui livelli di crescita pre-pandemici e al Paese di essere attraente per le grandi offerte di azioni internazionali, nonostante le continue tensioni geopolitiche con gli Stati Uniti.

I numeri dell’Ipo

In occasione della sua Ipo a Hong Kong, Kuaishou ha venduto 365,2 milioni di azioni al prezzo di 115 dollari di Hong Kong (HK$) ciascuna e ha raccolto così 42 miliardi di HK$, pari a 5,4 miliardi di dollari americani. Oltre a Tencent, i suoi principali azionisti includono i cofondatori – l’amministratore delegato, Su Hua, e il chief product officer, Chen Yixiao, entrambi già miliardari prima dell’Ipo – insieme a fondi associati a Morningside, Dcm, Sequoia e Baidu, tra gli altri.

Nei nove mesi terminati il ​​30 settembre, Kuaishou ha attirato 305 milioni di utenti medi giornalieri e 769 milioni di utenti medi mensili con le sue app e mini-programmi. Secondo i dati di iResearch nel prospetto, gli utenti della famosa piattaforma trascorrevano in media oltre 86 minuti al giorno su Kuaishou e accedevano all’app più di 10 volte al giorno.

Gli utenti cinesi che utilizzano internet da mobile – afferma iResearch – hanno trascorso in media 4,35 ore online ogni giorno nel 2019, contro le 2,90 del 2015, e si prevede che ne trascorreranno 5,73 entro il 2025. Nel 2019 circa il 29,7% di quel tempo è stato speso su piattaforme social e di intrattenimento basate su video. Si prevede che la quota raggiungerà il 36,3% entro il 2025.

I miliardari di Kuaishou

Tra i miliardari di Kuaishou, Su – ex dirigente di Google China e Baidu – detiene una partecipazione superiore all’11%, che ha un valore di 19,2 miliardi di dollari in base alle ultime quotazioni. Chen – ex Hewlett-Packard – ha una quota del 9%, dal valore di 15,3 miliardi di dollari. Su, 38 anni, aveva un patrimonio di 4 miliardi di dollari nella classifica Forbes dei miliardari cinesi del 2020. La fortuna di Chen, 37 anni, era stimata in 3 miliardi di dollari. La quotazione di oggi aggiunge almeno altri due nomi all’elenco dei miliardari di Kuaishou: Yan Xin (3,3 miliardi) e Yang Yuanxi (2,8).

Gli investitori chiave che hanno acquistato azioni nell’Ipo includono fondi associati a Capital group, Temasek, Invesco, Fidelity international, Blackrock, Boyu Capital, Morgan Stanley e Abu Dhabi investment authority.

L’Ipo di Ant di Alibaba Group è stata rinviata in novembre per questioni normative.

LEGGI ANCHE: Ecco chi è il miliardario più ricco di Cina e chi si è arricchito con lui dopo il crollo di Alibaba